Advertisement

Interviste. Interviste ai personaggi più importanti o interessanti del momento.

Food: sulle differenze si basa la nostra stabilità

Da tempo, il batterista Strønen e il sassofonista Ballamy hanno ridotto all’osso la struttura della loro band Food, che da quartetto si è trasformata in duo

GoGo Penguin: come trio strumentale abbiamo tanti territori da esplorare

Il trio formato dal pianista Chris Illingworth, dal bassista Nick Blacka e dal batterista Rob Turner, è una rivelazione sia nel contenuto che nel metodo

Fantastic Negrito: il blues è il veicolo perfetto per trasmettere il mio messaggio

Ha vinto il suo primo Grammy per il miglior album di blues contemporaneo del 2016. Nell'intervista racconta la sua vita rocambolesca e in continuo divenire

Michael League & Snarky Puppy: l’intervista dopo il secondo Grammy vinto

Hanno vinto il terzo Grammy Award con il cd «Culcha Vulcha» come miglior album strumentale di musica contemporanea. L'intervista a League, leader della band

Teri Weikel: la musica dal vivo unita alla danza

Il rapporto con gli artisti con cui ho lavorato andava al di là della musica, coinvolgeva la persona: era un contributo originale di sensi ed esperienze.

Raoul Björkenheim: il jazz ha appena cent’anni e muta pelle in fretta

Il chitarrista finlandese incendia la scena dell’improvvisazione europea e statunitense. Merita di essere più conosciuto: lo abbiamo voluto intervistare.

Wayne Shorter: la musica dovrebbe indicare il senso della vita

Misterioso e laconico come pochi, il maestro di Newark - sassofonista e compositore supremo - si stato sorprendentemente comunicativo durante l'intervista.

Marc Ribot: il mio suono deriva da una serie di cattive abitudini

Nell'intervista Marc Ribot si rivela una personalità autoironica tenace e disincantata, ci racconta dei suoi album e delle ultime collaborazioni

Duo Gazzana, due sorelle nella scuderia Ecm

Hanno conquistato l'Asia e debuttato in Russia. Ma di loro si era già accorto Eicher e le ha volute nella scuderia Ecm, con la quale hanno inciso due album.

Gonzalo Rubalcaba: dall’Avana a Tokio, grazie a Charlie Haden

Si deve a Haden la scintilla che rese possibile al portentoso pianista cubano una trionfale carriera internazionale, Questo, e molto altro, nell' intervista