Advertisement

Dossier. I dossier di Musica Jazz sono articoli di approfondimento su temi o artisti fondamentali per la storia del Jazz
Scritti dai nostri migliori collaboratori e corredati da foto esclusive rappresentano il cuore della storia di Musica Jazz. Richiesti, a distanza di anni, da universitari e appassionati sono ora disponibili e aggiornati in questa pagina.

I più letti

Brad Mehldau, dieci anni di solitudine

Brad mehldau
Quattro cd e un decennio di esibizioni solitarie tra città, teatri e e strumenti sempre diversi: è lo stesso Brad Mehldau a confessare «perchè l'ho fatto»

Miles Davis: 1959 e «Kind Of Blue»

kind of blue
L’analisi e la storia di «Kind of Blue», pietra miliare del jazz, e della veste (non sempre pertinente) in cui le diverse copertine l’hanno confezionato

Frank Sinatra in jazz – il cantante ammirato dai più grandi jazzisti di tutti i tempi

Tra le doti del più popolare (e più imitato) cantante del Ventesimo secolo spiccavano i contatti con la musica afroamericana: benché rari, rivelavano una naturale tendenza che lo avvicinava ai maggiori solisti

Nina Simone e il successo, il declino e la caduta

Come un esattore implacabile, il destino riscuote gli oboli dovuti da coloro ai quali è stato concesso l’onore del talento: e quello di Nina Simone è un caso emblematico

Gli ultimi

Non dire gatto… – John Coltrane «Blue World»

John Coltrane (foto di Jim Marshall)
«Blue World» di John Coltrane: la Universal ha avuto la condivisibile idea di pubblicare oggi l’intero album, che entrerà in commercio il 27 settembre.

Isaac Hayes «Shaft: Deluxe Edition» Craft Recordings (due cd), distr. Universal

Shaft
Il doppio cd della Craft uscito proprio in questi giorni («Shaft – Deluxe Edition», distr. Universal) della colonna sonora del film «Shaft il detective».

Mike Nock: Ondas

Mike Nock
Torna finalmente in commercio, dopo una lunghissima assenza, uno dei grandi dischi di trio pianistico degli ultimi decenni. È l’occasione giusta per ripercorrere la lunga carriera del misconosciuto strumentista e compositore neozelandese Mike Nock

Mark Turner: l’arte della fuga

Mark Turner (foto di John Rogers)
Probabilmente Mark Turner, se la cosa gli interessasse, sarebbe un protagonista del jazz di oggi nei panni del master musician a 360 gradi.