Linda May Han Oh «Walk Against Wind»

536

AUTORE

Linda May Han Oh

TITOLO DEL DISCO

«Walk Against Wind»

ETICHETTA

Biophilia Records

 


 

Ama camminare controvento, Linda May Han Oh. E, se il suo quarto album s’intitola «Walk Against Wind», un motivo c’è. Anzi ce ne sono diversi. Il primo, come ha raccontato lei stessa, è che trae spunto da un numero di Marcel Marceau, in cui il grande mimo francese mette in scena un’improvvisazione tra un sassofono e un trombone. Il secondo è la ricerca di un modo autentico di pensare la musica da parte della contrabbassista di origine cinese. Il terzo è che molti brani sono legati a temi come l’empatia e il superamento delle avversità della vita, tra cui Speech Impediment, ispirato alla storia di un balbuziente che cerca di dichiararsi alla propria donna.

Alle spalle collaborazioni con tanti bei nomi della scena di oggi (Joe Lovano, Dave Douglas, Vijay Iyer, Steve Coleman, Kenny Barron, Pat Metheny e la compianta Geri Allen, solo per citarne alcuni), l’artista nata in Malesia guida un affiatato quartetto con chitarra elettrica e sassofono, i cui suoni urbani e le cui dinamiche ritmicamente iridescenti fanno venire in mente certe pagine dei Bloodcount di Tim Berne. La musicista, che al basso ha uno stile molto cantabile, non trascura mai l’aspetto lirico dei pezzi (per esempio in Lucid Lullaby) e, a volte, accompagna lo strumento con la propria voce.

Influenzata da Charles Mingus e da Meshell Ndegeocello, la Oh si fa ambasciatrice di sonorità contemporanee: il suo è un jazz rigoroso e di moderata avanguardia (da una decina di anni vive a New York e si sente), screziato da sonorità etniche (in Mantis l’ospite speciale è Parks, il virtuoso di janggu, un tamburo coreano) e, in senso lato, anche ecologico (la confezione del cd è un particolarissimo origami, senza alcuna materia plastica all’interno).

Franchi


 

DISTRIBUTORE

biophiliarecords.com

FORMAZIONE

Ben Wendel (ten.), Matthew Stevens (chit.), Fabian Almazan (p., tast.), Linda May Han Oh (cb., b. el., voc.), Justin Brown (batt.), Minjii Park (perc.)

DATA REGISTRAZIONE

New York, 1 e 2 marzo 2016.