Tiziano Tononi «Portraits Of My Soul» / «Going For The Magic»

84
Tiziano Tononi «Portraits Of My Soul»

Tiziano Tononi «Portraits Of My Soul» Nu Bop, distr. propria

Tralascio l’elenco degli strumenti che Tiziano Tononi utilizza nel suo eccezionale album solistico, essendo più di una ventina. Questo spiegamento di forze, per di più, viene sottoposto a overdubbing… Eppure Tononi è abile sia nel dare vita a un album di spiccata coesione sia nell’evitare qualsiasi forma di stanchezza. Forse è proprio questo che contraddistingue la sua musica, soprattutto quella odierna: la sapienza comunicativa. Tononi parla al pubblico, cosa non banale né diffusa in un musicista che utilizza soltanto strumenti a percussione, e nel fare questo mette una quasi smisurata passione. Come sottolinea egli stesso nelle note di copertina, dove accompagna l’ascoltatore pezzo per pezzo, «Portraits Of My Soul» è l’autoritratto dell’artista da sessantenne, il quale parte dall’«idea di entrare in contatto con il sé più profondo». Noterete che il titolo mette il plurale, parla di «ritratti della mia anima»: perché quel sé è fatto di mille cose, dall’Africa più spirituale ai maestri americani (Andrew Cyrille, Milford Graves, Ed Blackwell, Baby Dodds, Don Cherry, Sun Ra), inclusa una sorprendente rielaborazione – cantata e fischiata – dell’Hallelujah di Leonard Cohen.

Tiziano Tononi «Going For The Magic»

Tiziano Tononi «Going For The Magic» Splasc(H), distr. IRD

Intanto, è stato riedito un album che ci mostra quale fosse, invece, il Tononi trentenne. Album importante, già celebrato all’epoca e non solamente per il cast «stellare». Riascoltato di seguito a «Portraits Of My Soul» conferma che il percorso di Tononi è stato, da allora a oggi, di evidente coerenza. Già nel 1987 c’erano nella sua musica una forte spinta spirituale e la voglia di comunicarla. La presenza di altri artisti, naturalmente, crea situazioni collettive nelle quali il progetto del leader si apre alle diverse sollecitazioni, soprattutto da parte dei due fiati. Resta l’idea che il ritmo sia, e sempre sarà, un formidabile mezzo di comunicazione, idea che affonda nella notte dei tempi. Non è un caso che il gruppo di «Going For The Magic» fosse stato chiamato Tiziano Tononi & Future Ancestors.

Piacentino

FORMAZIONI

«Portraits Of My Soul» (Bussero, novembre-dicembre 2016): Tiziano Tononi (perc. varie, fischio, voc.).

«Going For The Magic» (Milano, settembre 1987): Gianluigi Trovesi (alto, cl. basso), Daniele Cavallanti (sopr., ten.), Andrew Cyrille, Tiziano Tononi (batt., perc.), Maggie Nichols (voc.).

[da Musica Jazz, settembre 2019]