Martin Archer «Story Tellers»

192
AUTORE

Martin Archer

TITOLO DEL DISCO

«Story Tellers»

ETICHETTA
Discus

 


È un’apparente impalcatura concettuale quella posta a sostegno della musica di questo sestetto; in realtà si tratta di una trama di gioco funzionale all’alternarsi di racconti a più voci, di monologhi e riletture. Tutto ciò si traduce musicalmente in un raffinato e reiterato incrocio di una serie di temi e in una sfavillante alternanza di interventi solistici e di momenti collettivi, che spaziano tra generi vari, da sequenze di jazz perfino cerebrale ad attimi di funky.

Un novelliere sonoro composto da sei libri, tanti quanti sono i narratori-musicisti, tutti esemplari e ognuno designato con un nome d’arte: «The River Follower» (Mwamba), «The Barbarian» (Stone-Lonergan), «The Wounded Healer» (Somerset), «The Casuist» (Archer), «The Wayfarer’s Bastard» (Fairclough) e «The Rain Maker» (Hunter). Ogni libro, a sua volta, è suddiviso in cinque capitoli. Il primo è sempre il tema principale, Story Tellers, variamente rielaborato, seguito da sontuosi sviluppi eminentemente ritmici e da un terzo brano, il solo del leader-narratore di turno. Il quarto impegna il collettivo con la ripresa del tema nel quale sono innestate robuste improvvisazioni e il quinto alterna code dedicate rispettivamente a Muhal Richard Abrams, Wadada Leo Smith e Roscoe Mitchell, con tre Shaman Song, brani che spaziano dal free jazz al folklore britannico. Fa eccezione il sesto libro, che include sei brani, di cui solo tre secondo standard.

La storia, l’opinabile sequenza ideale? Story Tellers #4 dal libro di Archer, in pratica un duo chitarra-batteria ricco di nerbo, Go Heavy, dal libro di Stone-Lonergan e fedele al dettato del titolo, il solo di Archer (che riappare fuori schema nel sesto libro, quello di Hunter, in versione sestetto e da lì diventa, a seguire, la schietta Dedication Coda – Roscoe’s Blues) e The River Follower – Band Version come miglior rielaborazione, sempre dal libro di Archer. Tra le Shaman Song spicca la terza dal libro di Fairclough.

Comunque sia, niente storie: questa è tutta grande musica.

Fucile


DISTRIBUTORE

discus-music.co.uk

FORMAZIONE

Kim Macari Stone-Lonergan (tp.), Martin Archer (fl., cl. b., sass., elettr.), Mick Somerset (fl., zampogna, arm., perc.), Corey Mwamba (vib.), Anton Hunter (chit.), Peter Fairclough (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

settembre 2015 – giugno 2016