In edicola Musica Jazz di maggio 2018

Il magazine con le anticipazioni delle rubriche e degli articoli. La cover story, il dossier, le interviste, le recensioni e l'esclusivo CD allegato

30034

IN EDICOLA MUSICA JAZZ DI MAGGIO
n. 810


Copertina maggio 2018

COVER STORY E INTERVISTA
Grant Green
Il ritorno
L’indefessa caccia al tesoro lanciata da Zev Feldman della Resonance Records riporta alla luce due preziosi inediti di uno dei chitarristi più influenti nella storia del jazz.
Una festa per le orecchie ma anche per gli occhi, visto il ricco apparato iconografico.

«All’inizio ho imparato il boogie-woogie. Poi m’è toccato suonare un sacco di rock and roll. Ma si tratta pur sempre di blues, e alla fine in musica torna comodo tutto».

CD ALLEGATO
Cecil Taylor
«The Glorious Step»
Come eravamo: Cecil Taylor e le sue Unit Structures
Ricordiamo il grande pianista con un cd che esplora i suoi primi anni di carriera e la storica recensione di «Unit Structures»

«Un disco che direi magistrale, sia pure nel senso diametralmente opposto a quello attribuito al termine dalla maggioranza, dai conformisti dagli accademici.»

CD maggio 2018

ACQUISTA ORA

DA NON PERDERE
Bill Frisell
Daniel Humair
Mary Halvorson
Fred Hersch
Bernard Lubat
Francesco Chiapperini
Nicola Conte
Jozef Dumoulin
Sons Of Kemet
De Mattia-Pacorig-Maier-Giust
Alberto Parmegiani
Arild Andersen

COVER STORY
Grant Green
«Charlie Parker mi ha influenzato moltissimo. Tra i chitarristi, Jimmy Raney. Mi piace il suo modo d’improvvisare, e ha pure una bella sonorità. Poi c’è Kenny Burrell… E, naturalmente, Charlie Christian con tutte le sue registrazioni. Da lui non si può prescindere».

Grant Green

DOSSIER
Daniel Humair & Bruno Chevillon
I due volti dell’improvvisazione
Una generazione di differenza non ha impedito ai due maestri transalpini di collaborare.

bruno Chevillon
Daniel Humair

GROOVE
Nicola Conte
L’eleganza della musica
Ospiti di prestigio – Logan Richardson, Gianluca Petrella, Theo Crocker – nel nuovo disco del popolare produttore, chitarrista e dj, col quale facciamo il punto della situazione
Nicola Conte

LATIN
Diego Piñera
Un uruguaia no a Berlino
Da Montevideo a Berlino per ringiovanire il jazz en clave. Il giovane batterista e compositore è uno dei nuovi protagonisti della scena jazz, che colora con complesse polimetrie.
Diego Piñera

GIÙ AL NORD
Arild Andersen
In-House Science
Il contrabbassista norvegese, nato nel 1945, è una colonna portante del jazz suonato in Europa. In occasione del suo nuovo album, l’ennesimo di una carriera mirabile, l’abbiamo intervistato.

«Interplay» significa lasciare un po’ da parte il ruolo del solista: per me, improvvisare è interagire Arild Andersen

ANNIVERSARI
L’onda lunga del ‘68
ACQUISTA ORA

CIRCUS


CIRCUS MAGGIO

MOON IN JUNE
Ry Cooder

Il figliol prodigo
C’è un tempo per ogni cosa, e dopo l’indignazione è il tempo della venerazione. Collegandosi allo spirito degli antenati.
Ry Cooder

TROPICALIA
João Pedro Teixeira
A star is born
Il giovane fisarmonicista brasiliano ha portato una ventata d’energia a uno strumento assai popolare ma spesso relegato in secondo piano dalla critica.

«La fisarmonica è ancora molto importante per la musica brasiliana di qualità. Esiste una generazione incredibile di nuovi musicisti»

João Pedro Teixeira

BLACK & BLUE
Martin Luther King & Otis Redding
Riflessi soul del sogno
A cinquant’anni dall’assassinio del dottor King, rivisitiamo il fervido rapporto dialettico tra il soul dell’epoca e la coscienza civile

Martin Luther King MILLENIUM JAZZ
Raul Midón
Bad Ass and Blind
Il chitarrista e cantante di origine argentina ci racconta la sua faticosa ma determinata ascesa verso una musica davvero personale.
Raul Midón

CHANSON(G)S  
Joan Baez
Con il nuovo album in studio dopo dieci anni, annunciato il tour d’addio: in Italia quattro date in agosto.
Joan Baez

ACQUISTA ORA

LI SALVI CHI PUÒ
Creative Construction Company

CODA
Jazz e Fotografia: Bergamo 1969-2017

RECENSIONI
Malija
Marius Neset
Mathias Eick
+30 recensioni

TIME OUT
I concerti del mese