Eric Revis «Sing Me Some Cry»

140

AUTORE

Eric Revis

TITOLO DEL DISCHI

«Sing Me Some Cry»

ETICHETTA

Clean Feed

 


 

Le frequentazioni tra Eric Revis e il pianismo nervoso e complesso della Kris Davis avevano sinora prodotto due album per trio: gli eccellenti «City Of Asylum» (2013) con Andrew Cyrille e «Crowded Solitudes» (2015), con Gerald Cleaver. Inoltre, il quartetto di «In Memory Of Things Yet Seen» (2014) aveva determinato l’incontro con Chad Taylor, mentre Ken Vandermark torna ora della partita dopo il sorprendente «Parallax» (2014), ancora in quartetto. La musica di Revis non perde di mordente col passar del tempo giovandosi, per contro, di un rinnovato e rodato affiatamento con tutti gli altri componenti del gruppo. La specifica cifra autoriale del contrabbassista si è venuta connotando di produzione in produzione per l’equilibrio mirabile tra forma e libertà e per la (ri)composizione di molteplici influenze in un unico fascio coeso.

Tale dimensione espressiva (chiaro portato delle sue multiformi esperienze) si conferma anche nel presente disco, piuttosto vario (delle nove composizioni, otto sono originali, quattro del leader, una è improvvisata collettivamente e le restanti tre composte da ciascuno degli altri membri del gruppo). La musica riflette tale stato di cose, variando da momenti di ampia libertà formale ad altri di schietta ispirazione post- o free-bop, senza che questo rappresenti minimamente un freno o un limite per i musicisti, che assai agevolmente passano da un contesto all’altro, come si confà a quattro maestri dei rispettivi strumenti. Spettacolare, come al solito, la sonorità di Eric Revis, forte e nodosa, ideale tramite tra un solido radicamento nella tradizione e il suo trascendimento verso l’innovazione formale

Cerini


 

DISTRIBUTORE

Goodfellas

FORMAZIONE

Ken Vandermark (ten., cl.), Kris Davis (p.), Eric Revis (cb.), Chad Taylor (batt).

DATA REGISTRAZIONE

New York, 3-8-16.