Bud Powell «The Complete On Verve»

250

AUTORE

Bud Powell

TITOLO DEL DISCO

«The Complete On Verve»

ETICHETTA

Verve Records (cinque cd).

 


 

Preziosi come parures di gioielli ma economici, i cofanetti sfornati dalla branca italiana della Universal puntano ora sui pianisti, Count Basie e Bud Powell per primi. Entrambi sono colti all’alba della carriera ma, com’è in genere per chi in arte apre strade, proprio quelle fasi iniziali sono della massima importanza. Del resto, con la loro perfezione, i capolavori che incontriamo marcarono rispettivamente lo Swing e il primo bop. Non si pensi che abbia minor rilevanza storica il cofanetto dedicato a Bud Powell rispetto a quello di Basie. È importante anche per l’unicità dell’organico: tranne una decina di solo pianoforte, tutti i suoi brani (ben centodue comprese versioni alternative e frammenti) sono trii, alternando i bassisti Ray Brown, Curley Russell, George Duvivier, Percy Heath, Lloyd Trotman e i batteristi Max Roach, Buddy Rich, Art Taylor, Art Blakey, Kenny Clarke.

Tutto uscì inizialmente per la Clef e la Norgran, etichette del grande produttore Norman Granz, in poco meno di otto anni, tra gennaio-febbraio 1949 e 13 settembre 1956. Anche se, a onor di storia, ottimo materiale di queste stesse natura e qualità appartiene al patrimonio della Blue Note, e il collezionista sa di dover tenere dovuto conto pure di quello, stupendo è il ritratto che «The Complete Bud Powell On Verve» offre di un artista capace di inserirsi in un movimento artistico magnificamente rivoluzionario per farvi da innovatore. Bud Powell vi arrivava a venticinque anni, quando già s’era reso più che noto con leader come Cootie Williams, Dexter Gordon, J.J. Johnson, Stitt, Parker con Miles. Già lo toccavano i problemi psichici che ne avrebbero rovinato l’ultima parte della vita – chiusa a non ancor quarantadue anni, nel 1966 – ma che genialità! quale padronanza dell’improvvisazione, e quanti effetti inventava, fossero temi suoi (come qui Tempus Fugue-it, Celia, Hallucinations…) o standard. Non per nulla pochi jazzisti esercitarono altrettanta influenza sulla propria generazione e sulle successive.

 


 

DISTRIBUTORE

Universal

FORMAZIONE

Bud Powell (p.), Curly Russell, George Duvivier, Lloyd Trotman, Percy Heath, Ray Brown (cb.), Art Blakey, Art Taylor, Buddy Rich, Kenny Clarke, Max Roach, Osie Johnson (bt.).

DATA REGISTRAZIONE

gennaio-febbraio 1949 e 13 settembre 1956