Gaetano Partipilo «Boom Collective»

5262

AUTORE

Gaetano Partipilo

TITOLO DEL DISCO

«Boom Collective»

ETICHETTA

Auand Records


Per chi scrive è il disco italiano dell’anno. Un concentrato di modernità e di attenzione per ciò che ruota attorno al jazz. Non a caso nel packaging si è deciso di mettere il sottotitolo «A multi-style exploration of a jazz thing» in bella evidenza. Qui è il Sud dell’Italia, quello più creativo e meno coinvolto con becere operazioni di marketing territoriale (Notte della Taranta et similia), che decide di unire le forze e creare un prodotto che ha tutte le carte in regola per travalicare i confini nazionali e dire la sua nei festival che contano. Il Boom Collective (il nome del gruppo ma anche il titolo del disco) è una delle esperienze più vitali che mi sia capitato di ascoltare negli ultimi tempi all’interno dell’ormai asfittico panorama del jazz peninsulare. Sotto la guida di Gaetano Partipilo (tra i pochi sax contralto del nostro Paese a tener testa alla prorompente creatività che ci arriva da oltreoceano), in questo lavoro tutti fanno la loro parte senza personalismi e inutili virtuosismi. Tutto è studiato, sapientemente e discretamente, al servizio della musica. Che è una musica di alto profilo esecutivo, in cui spiccano alcuni episodi che hanno colpito di primo acchito il nostro immaginario: Opening Gate come incipit swingante e groovy, Hotter Than July, una composizione di Partipilo (niente a che vedere con Stevie Wonder) e Naima di Coltrane, l’unica cover di tutto il lavoro.

Gaeta

[da Musica Jazz, novembre 2019]


DISTRIBUTORE

Goodfellas

FORMAZIONE

Andrea Sabatino (tr.), Vito Scavo (trne), Gaetano Partipilo (sop., alto, tast.), Francesco Lomangino (ten., fl.), Mike Rubini (bar.), Mirko Signorile, Seby Burgio (p., p. el.), Pasquale Bardaro (vib.), Fabrizio Savino (chit.), Luca Alemanno (b. el.), Giuseppe Bassi (cb.), Dario Congedo (batt.), Pierpaolo Bisogno (perc.), Angela Esmeralda, Carolina Bubbico (voc.).

DATA REGISTRAZIONE

Bari, tra il settembre 2017 e il dicembre 2018.