Tutte le direzioni in Summertime 2022

La rassegna organizzata dal Gruppo dei 10 si terrà dal 17 giugno all'8 settembre.

7275
Conferenza stampa di presentazione Il Gruppo dei 10

La rassegna musicale del Gruppo dei 10 torna al mare e in città. Sono undici gli appuntamenti che compongono Tutte le direzioni in Summertime 2022, ideata e organizzata da Il Gruppo dei 10 e che in questa edizione avrà, oltre allo Spirito di Vigarano Mainarda (Ferrara), altre tre sedi: il Marrakech Beach 55 di Lido di Spina, l’Arena Bellini di Comacchio e il Leon d’Oro a Ferrara.
Venerdì 17 giugno si inaugura allo Spirito con un concerto imperdibile con il Buster Williams Quartet “Something More”. Si esibirà infatti uno dei nomi più importanti della scena jazzistica di tutti i tempi, Buster Williams al contrabbasso, con Steve Wilson al sassofono, George Colligan al pianoforte e Lenny White alla batteria. 

Buster Williams


Venerdì 24 giugno sempre allo Spirito è il momento di Day Dream con Lara Luppi Quartet composto da Lara Luppi alla voce, Luca Filastro al pianoforte, Aldo Zunino al contrabbasso ed Emanuele Zappia alla batteria. Cantante sensibile e raffinata, Lara Luppi ha affrontato diversi percorsi stilistici nell’ambito del jazz, ma è molto nota in Italia per il genere swing e jazz tradizionale cui ha dedicato molta parte della propria carriera esibendosi ed incidendo con artisti americani ed italiani.
Venerdì 1° luglio all’Arena Bellini di Comacchio (Ferrara) all’interno della Comacchio Summer Experience, Made Eventi, in collaborazione con Il Gruppo dei 10, presenta Cinquant’anni che penso a te con Gianni Dall’Aglio alla batteria, Massimo Luca alla chitarra elettrica, Bob Callero al basso elettrico. Ingresso gratuito.
Domenica 3 luglio allo Spirito va in scena l’Elliade, la solo performance di Ellade Bandini. Sarà un incontro fuori dai canoni. Ellade Bandini, solitamente seduto dietro tamburi e piatti, si trasformerà questa volta in fabulatore di se stesso. Sarà l’occasione per conoscere a fondo un personaggio che partendo dalle sale da ballo della provincia ferrarese è riuscito ad arrivare alle vette più significative dell’Olimpo musicale italiano. Oggi a settantasei anni, è considerato dai colleghi “la storia della batteria italiana”. La grande Mina nel disco Ti conosco mascherina lo presenta così: Ellade “Guru” Bandini. Ha partecipato in oltre mille 33 giri. “Sarò solo sul palco dello Spirito – racconta – con la mia batteria e la mia storia. Non sarà un film e nemmeno una fiction televisiva né tantomeno un libro, anche se potrebbe esserlo. Se così fosse, si chiamerebbe Elliade”.
Venerdì 8 luglio allo Spirito c’è The Wisteria Suites. La cantante, compositrice e arrangiatrice ligure Mila Ogliastro presenta il suo esordio discografico e propone alcuni brani originali che guardano nella direzione del jazz contemporaneo, alcuni “grandi classici” del repertorio del rock internazionale (“Message In A Bottle” dei Police, “Move Over” di Janis Joplin, “Come Together” dei Beatles e “We Will Rock You” dei Queen) e un’intensa versione di “‘Na Stella” di Fausto Mesolella, compianto chitarra degli Avion Travel. In questo viaggio sonoro l’artista sceglie come compagni di strada il batterista Giorgio Griffa, il bassista elettrico Nicola Bruno e il pianista Andrea Pozza «il cui profondo rapporto con la storia del jazz non solo italiano è un dato di fatto testimoniato dalla sua biografia artistica», scrive nelle note di copertina del disco The Wisteria Suites Pietro Leveratto.
Venerdì 15 luglio allo Spirito, sospinta dalla Breva del Lago di Como e dal Mistral di Bordighera, con Prima che cambi il mare arriva nelle acque delle nostre risaie la zattera con marinai di terra (il clarinettista Alfredo Ferrario e il batterista Massimo Caracca da Como) e di mare (Franco Piccolo, fisarmonica, da Genova). Imbracciata la chitarra, Luca Ghielmetti e i suoi “capitani coraggiosi” hanno la cambusa piena di nuove e vecchie canzoni da raccontare.
Venerdì 29 luglio allo Spirito con Anima Argentina si viaggia sulle rive del Rio de la Plata con Juan Carlos “Flaco” Biondini chitarra e voce, Oscar Del Barba al pianoforte, Giacomo Marzi al basso elettrico e Paolo Mozzoni alla batteria. L’accurata scelta dei brani tratti dalla musica urbana di Buenos Aires si integra perfettamente con alcune canzoni provenienti dalla Nueva Trova cubana che ha trovato in due grandi cantautori quali Silvio Rodriguez e Pablo Milanès i suoi più grandi esponenti. Emergono così in modo evidente le comuni radici africane della musica del Rio de la Plata e quella dell’area caraibica.
Mercoledì 3 agosto al Marrakech Beach 55 di Lido di Spina torna per Tutte le direzioni Gerry Gennarelli con Gerry Gennarelli Acoustic Band. La voce e fisarmonica napoletana dialogherà con Gigi Patierno al sax tenore e flauto, Giacomo Buffa al contrabbasso e Domenico Salio alle percussioni.
Mercoledì 10 agosto sempre al Marrakech Beach 55 di Lido di Spina torna l’energia intrepida di Three Gens, il progetto musicale che riunisce sullo stesso palco il batterista Ellade Bandini, il bassista Nick Mazzucconi e il chitarrista Giorgio Galimberti, con ospite speciale il sassofonista Joe La Viola, per una “reunion” imperdibile. Tre generazioni di musicisti, separati dall’età anagrafica, ma uniti dallo stesso spirito, dalla stessa voglia di suonare e dalla capacità di divertirsi e di divertire.
Venerdì 26 agosto allo Spirito il quartetto di gypsy jazz più longevo del Veneto incontra la leggenda della chitarra. Nasce così Gypsy Friends, gli Alma Swings meets Bireli Lagrene con Lino Brotto alla chitarra, Maria Martorano al violino, Andrea Boschetti alla chitarra, Beppe Pilotto al contrabbasso, e special guest della serata è Bireli Lagrene alla chitarra. Con audacia, tra virtuosismi e profondità, torna a suonare la musica di Django, confermandosi uno dei più grandi eredi del maestro, pur dimostrando di aver sviluppato un proprio linguaggio musicale, colto, libero e raffinato.
​​Giovedì 8 settembre al Leon d’Oro di Ferrara chiude la rassegna la Roaring Twenties Jazz Band, con The Golden Lion Concert New Orleans & Dixieland Revival. L’appuntamento è affidato alle entusiasmanti sonorità della Roaring Twenties Jazz Band composta da Andrea Smiderle alla tromba, Giacomo Scanavini al trombone, Bruno Fregna al clarinetto, Andrea Zardi al pianoforte, Tiberio Bragaglia al banjo, Giordano Giordani al basso acustico e Roberto Bergamini alla batteria. Ospite d’onore Carlo Atti al sax tenore.
Tutti gli appuntamenti si svolgeranno nelle location indicate, con inizio alle ore 20 (aperitivo e cena) e a seguire concerto. Tutte le info sono anche sul sito www.ilgruppodeidieci.com.