Alba Jazz, dal 29 giugno al 2 luglio

Il programma giornaliero della sedicesima edizione del festival piemontese.

7764

Sedicesima edizione per il festival organizzato e promosso dall’associazione Alba&Jazz, con la direzione artistica di Fabio Barbero.
Edizione che vedrà sul palco alcune dei migliori progetti di jazz con protagoniste delle musiciste di chiara fama internazionale.
Il palco sarà quello dell’Arena Estiva del Teatro Sociale.

Stefania Tallini

Si inizia il 29 giugno con Sisters in Jazz International. Un progetto nato negli Stati Uniti per creare una rete tra musiciste di vari paesi. Il quintetto che si esibirà ad Alba è formato da Stefania Tallini al pianoforte, a rappresentare l’Italia, Izabella Effenberg, polacca, ma  tedesca di adozione, al vibrafono; la sassofonista tedesca Alexandra Lehmler, e Dorota Piotrowska alla batteria, polacca seppur statunitense d’adozione.

Anika Nilles

Il 30 giugno sarà la volta di Anika Nilles. Eccellente batterista che dalla Germania arriva con il suo gruppo Anika Nilles & Nevell: Santino Scavelli alle percussioni, Jonathan Ihlenfeld Cuñado al basso, Simon Grey e Patrick Rugebregt alle tastiere e Joachim Schneiss alla chitarra.

Tia Fuller
foto di Jerry Madison

L’1 luglio il palco dell’ Arena sarà calcato da Tia Fuller, sassofonista, flautista, compositrice, che annovera nel suo palmares importanti collaborazioni sia in ambito jazzistico che pop-soul, anche in qualità di direttrice musicale del gruppo di Beyoncé dal 2006. Ha collaborato anche con Aretha Franklin, Patti Labelle, Dionne Warwick, Chaka Khan, Jay-Z, Erykah Badu e molte altre. Nel cartone Disney Pixar “SOUL” è lei a interpretare il personaggio della sassofonista Dorothea Williams. Ad Alba Tia Fuller si esibirà con il suo quartetto formato da  Shamie Royston, al piano, Luca Fattorini al contrabbasso, e Marco Valeri alla batteria.

Il festival chiude i battenti il 2 luglio con il progetto Things: Rita Marcotulli al pianoforte, Furio Di Castri al contrabbasso, Roberto Gatto alla batteria, nella formazione che aveva dato luogo alla registrazione del disco, Things, registrato nel 1985, ai tempi d’oro del Music Inn di Roma.
albajazz.com