Joe Barbieri «Origami»

2424

AUTORE

Joe Barbieri

TITOLO DEL DISCO

«Origami»

ETICHETTA

Microcosmo

 


 

Barbieri è artista per happy few. Oggetto di un piccolo-grande culto trasversale che travalica i generi (Swing, world, pop) e i confini nazionali (in Francia, dov’è di casa, lo adorano: ça va sans dire). Superata la fatidica linea d’ombra dei quarant’anni, il crooner napoletano avverte l’insostenibile leggerezza dell’essere e non fa mistero delle proprie fragilità. Del resto l’origami del titolo è una metafora esistenziale: il mondo cambia e ogni piega può diventare per noi un’opera d’arte nella cui bellezza trovare conforto. L’iniziale Un posto qualunque, una ballad malinconica e al retrogusto di bossa nova, è il manifesto dell’album. Ma non mancano momenti spensierati e ironici come Una tempesta in un bicchier d’acqua, tutta giocata sulle sonorità manouche. Anche in questo nuovo disco gli ingredienti non cambiano: Brasile e jazz (in Rinascimento spunta la tromba di Fresu), echi della canzone d’autore italiana degli anni Sessanta e della musica latina. I temi sono sempre quelli: i ricordi, il passare del tempo, l’amore. E, declinati in modo poetico e con il suo falsetto minimalista in equilibrio instabile tra Chet Baker e Caetano Veloso, prendono il cuore.

Franchi

[da Musica Jazz, maggio 2018]

 


 

DISTRIBUTORE

Believe

FORMAZIONE

Paolo Fresu (tr.), Gianfranco Campagnoli (flic.), Roberto Natullo (fl.), Paolo Russo (bandoneón), Sasà Palumbo (fis.), Giuseppe Milici (arm.), Joe Barbieri (chit., voc.), Oscar Montalbano, Renzo Serafini, Tony Canto (chit.), Antonio Fresa (p.), Giacomo Pedicini (cb.), Sergio Di Natale (batt.), più altri.

DATA REGISTRAZIONE

Napoli, 2015.