Musica Jazz di giugno 2024 è in edicola

Ecco il contenuto del numero 883, da oggi in edicola, con le anticipazioni delle rubriche e degli articoli. La cover story, il dossier, le interviste, le recensioni e il cd allegato

286386

 

IL CD ALLEGATO A MUSICA JAZZ DI GIUGNO 2024

Benny Goodman «Swing To BOP»

Anche il Re dello Swing ha suonato bop! Certo, lo ha fatto, come sempre, a modo suo; ma nel corso di una carriera lunghissima per qualche anno Benny Goodman volle accostarsi al nuovo stile che aveva da poco cambiato il volto del jazz. Per farlo, si circondò di alcuni grossi calibri della musica del momento come Wardell Gray e Fats Navarro, in aggiunta alla vecchia amica Mary Lou Williams. L’esperienza non durò a lungo, ma i migliori risultati di quel periodo potete trovarli nel cd che alleghiamo al numero di giugno, insieme a molti altri brani di epoche immediatamente precedenti e successive realizzati assieme a grandi maestri come Teddy Wilson e Jimmy Rowles.

ACQUISTA ORA MUSICA JAZZ DI GIUGNO 2024!

 

COVER STORY

FRED HERSCH

Approfondiamo con lo stesso pianista il come e il perché del suo nuovo disco inciso in solitudine per ECM, un album largamente improvvisato nel quale Hersch ritorna a procedure «aperte» già sperimentate in passato

DOSSIER

STEVE LACY

A novant’anni dalla nascita e venti dalla morte del grande sopranista, passiamo al setaccio la prima fase – forse la meno nota – della sua carriera, fra i venti e i trent’anni

SASSOFONI

MELISSA ALDANA

Al secondo album per Blue Note, la sassofonista cilena è oggi una delle musiciste di punta della scena jazz statunitense e ci ha raccontato il suo percorso artistico tra disciplina, intuito e ricerca spirituale

SASSOFONI 2

EVAN PARKER E WALTER PRATI

Dopo oltre quattro anni di assenza dall’Italia, a metà marzo il grande sassofonista di Bristol è tornato per due concerti – Milano e Padova – assieme a Walter Prati e Veniero Rizzardi. Non potevamo perdere l’ occasione fare due chiacchiere con lui e gli altri protagonisti dell’evento

DISCHI DA NON PERDERE

Musica per tutti i gusti nella nostra selezione di giugno

WADADA LEO SMITH & AMINA CLAUDINE MYERS / WAYNE HORVITZ / PATRICK BARTLEY / MATHIS PICARD / JOHN ESCREET / ABDULLAH IBRAHIM / AROOJ AFTAB / BORDERLANDS TRIO / AMANDA GARDIER / AMOROSA / BEYONCÉ / CARLO MAVER / CHARLES MCPHERSON / FEDERICO CHIAROFONTE / DINO RUBINO / ANIELLO PERDUTO / RATTI / DORONZO / MOOR / ROSALY / GABRIELA MARTINA / GUSH / KENNY GARRETT & SVOY / LUKE STEWART SILT TRIO / HELVETICUS / GABRIELE MIRABASSI & SIMONE ZANCHINI / RICCARDO TESI & CLAUDIO CARBONI / STEFANO ONORATI / FULVIO SIGURTÀ / STEVE NELSON / TAJ MAHAL / CHICK COREA & BÉLA FLECK / CHIARA ORLANDO & DANIELLE DI MAJO / 

SASSOFONI 3

FRANCESCO CHIAPPERINI

Il sassofonista e clarinettista pugliese, da tempo bergamasco d’adozione, è uno dei musicisti italiani più rappresentativi di quel mondo musicale in cui confluiscono il jazz, la musica contemporanea e la classica

VOICES

ROSEANNA VITRO

Pur avendo evidenti origini italiane, la bravissima cantante dell’Arkansas, sulla scena da metà anni Settanta, è praticamente sconosciuta nel nostro Paese ed è un peccato, perché si tratta di una delle più belle voci in circolazione. Leggete la nostra intervista e procuratevi i suoi dischi


JAZZ FRONTIER

ROBERTO NEGRO

Torna il pianista e compositore con un nuovo lavoro per Parco della Musica, che affianca il trio con Nicolas Crosse e Michele Rabbia all’Ensemble Intercontemporain, il leggendario gruppo fondato nel 1976 da Pierre Boulez

JAZZ PEOPLE

GIORGIO AZZOLINI

Il contrabbassista spezzino, da poco scomparso, è stato una figura di grandissima rilevanza nella storia del jazz italiano, e lo ricordiamo attraverso le parole di molti suoi colleghi

OUTSIDERS

JULIAN BREAM

Uno dei maggiori chitarristi classici di tutti i tempi, il londinese Bream ha sempre avuto una grande apertura mentale e una particolare predilezione per il jazz, che in fin dei conti – grazie a Django Reinhardt – fu la musica che lo spinse a dedicarsi al suo strumento

VOICES

JOE BARBIERI

Nessun gruppo rock-pop ha avuto tra le sue fila così tanti jazzisti di rilievo come i Blood Sweat &Tears: Lew Soloff

ACQUISTA ORA MUSICA JAZZ DI GIUGNO 2024!

 

PIANO (NON SOLO)

BRUNO MONTRONE

Il trentaseienne pianista di Bari è uno dei più brillanti talenti del suo strumento emersi in Italia negli ultimi tempi. Lo intervistiamo in occasione dell’uscita del suo disco d’esordio

CIRCUS

REBELS ARE WE

MADELEINE PEYROUX

Nono album per la cantante compositrice di Athens, arrivato dopo ben sei anni di silenzio. Un lavoro che s’accosta ora al rock, ora al folk, ora alla canzone più tradizionale, ma con un unico tema: quello politico e sociale che, sopratutto, ha toccato gli Stati Uniti d’America.

ACQUISTA ORA MUSICA JAZZ DI GIUGNO 2024!

MOON IN JUNE

JOHN CALE

Il signor Velvet sfida la sua età e firma ancora un grande disco

CHANSON(G)S

SIGNORA LIBERTÀ, SIGNORINA FANTASIA

Partendo da un live, la solita generosa carrellata attraverso recenti uscite discografiche, tra figure femminili e resistenze varie

MY FOOLISH EAR

«SEP TOBER ENERGY»: LA COLOSSALE E IRREALIZZATA UTOPIA DI KEITH TIPPETT

Di tutto e di più, nelle quattro facciate del monumentale album che, nel 1971, vide il pianista britannico convocare in sala d’incisione oltre cinquanta musicisti (e Robert Fripp a produrre)