Joachim Kühn «Melodic Ornette Coleman»

4077

AUTORE

Joachim Kühn

TITOLO DEL DISCO

«Melodic Ornette Coleman»

ETICHETTA

ACT


Non sapremo mai che cosa c’era nella testa di Ornette Coleman quando ognuno di questi brani fu da lui immaginato: non lo sapremo perché mai ne avremo la sua versione. Il materiale risale alla seconda metà degli anni Novanta, quando il sassofonista tenne una serie di concerti in duo con Joachim Kühn e per ciascuna serata scrisse una decina di nuovi pezzi (poi mai più eseguiti). Il pianista venne coinvolto nel processo di scrittura, oggi possiede tutte le partiture oltre a registrazioni private, e adesso ne interpreta per piano solo una selezione. C’è qualcosa che può ricordarci Ornette in questo disco? Poco, ed è quanto indicato nel titolo fin troppo ovvio: certo che Ornette fu un musicista squisitamente melodico e Kühn, rispettoso, ne mantiene questa caratteristica pur portandola all’interno del proprio universo. Però mancano le lunghe, meravigliose linee del sassofonista, le appoggiature, il suono simile a un belato, e si intuisce appena (come nel delizioso Hidden Knowledge e soprattutto in Food Stamps On The Moon) ciò che sarebbero stati questi temi nelle mani del loro autore. Mancano, insomma, i marchi di fabbrica ornettiani ma c’è dell’altro, a compensazione. Kühn ha trovato una formula giusta e personale, distribuendola fra le mani: una sinistra scura, a volte cupa e marziale, in un certo senso «tedesca»; e una destra ricca di invenzioni, molto mobile, con punte di virtuosismo. E poi un ripetuto ricorso alle pause, da pianista di club after hours che non ha più il vincolo di una batteria. A volte sembra di ascoltare echi di Tristano e di Paul Bley, altre volte di Earl Hines. Gli undici inediti sono incorniciati da due versioni molto diverse del celeberrimo Lonely Woman, mentre come bonus Kühn ha voluto chiudere il disco dedicando a Ornette un epicedio dapprima commosso e poi torrenziale.

Piacentino

[da Musica Jazz, agosto 2019]


DISTRIBUTORE

Egea

FORMAZIONE

Joachim Kühn (p.).

DATA REGISTRAZIONE

Ibiza, gennaio-marzo 2018.