Mary Halvorson Quartet «Paimon: Book Of Angels, Vol. 32»

530

AUTORE

Mary Halvorson Quartet

TITOLO DEL DISCO

«Paimon: Book Of Angels, Volume 32»

ETICHETTA

Tzadik

 


La conclusione (salvo ripensamenti, sempre possibili in casa Zorn, ove per fortuna sintesi e continenza non sempre hanno costituito delle virtù) del progetto di Masada Book Two: The Book Of Angels vede di scena un quartetto nuovo di zecca, in cui si incrociano due delle più interessanti chitarre tra quelle attualmente in circolazione.

Due sono gli assi incrociati attorno ai quali la musica si trova a girare: da un lato la verifica di compatibilità tra il libero mondo sonoro di Mary Halvorson (ricco di originalissima fantasia, sonorità straniate, saliscendi vertiginosi, grovigli e nodi apparentemente indissolubili) e quello del canzoniere zorniano, intriso di sapori così definiti da farsi spesso formula e calato entro strutture di relativa semplicità. Dall’altro la sfida insita nella giustapposizione – e soprattutto nell’interazione – tra due autori-strumentisti complessivamente diversi per attitudine, come sono la chitarrista del Massachusetts e il collega newyorkese Okazaki.

La prova può dirsi brillantemente riuscita: infatti il tono talora enfatico (o almeno sempre dotato di grande senso drammaturgico) e il lirismo delle composizioni di Zorn ben si sposano con la consueta capacità della Halvorson di soffondere colori appassionati; inoltre l’interplay tra i due chitarristi si rivela paritario e finissimo, giocato sulla costante inversione dei ruoli e assai ricco di varietà (dagli scambi contrappuntistici ai ravvolgimenti turbinosi tanto cari alla Halvorson, nei quali Okazaki si cala con magnifico tempismo, assecondandoli ma senza mai ritrovarvisi costretto).

Fondamentale si rivela la funzione svolta dalla ritmica, fondata su solidissime frequentazioni pregresse e sul magistero consolidato della coppia Fujiwara-Gress. Sicché la somma finale è superiore al valore degli addendi, e il risultato si giova notevolmente del ravvivato senso di libertà formale iniettatovi dai quattro. Disco piacevolissimo, che oltre agli stilemi tipici della serie riesce a veicolare con grande afflato comunicativo passaggi più impervi, solitamente propri dei contesti improv. Brillante anche la qualità sonora.

Cerini


 

DISTRIBUTORE

FORMAZIONE

Mary Halvorson, Miles Okazaki (chit.), Drew Gress (cb.), Tomas Fujiwara (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

New York, 13 e 14-7-2017.