James Francies «Flight»

2013

AUTORE

James Francies

TITOLO DEL DISCO

«Flight»

ETICHETTA

Blue Note

 


 

Ha solo ventitré anni ed è riuscito a collezionare esperienze trasversali tra jazz (Pat Metheny, Chris Potter, Jeff «Tain» Watts, Stefon Harris, Eric Harland, Terrace Martin), hip-hop (Common, NAS) e neo-soul (Lauryn Hill, José James) così importanti che possiamo tranquillamente parlare di lui come uno dei pianisti e tastieristi emergenti della scena moderna. Per intenderci, Francies viaggia sull’onda di personaggi come Robert Glasper, Chris Dave o Kendrick Scott. Gran parte dei quali, guarda caso, viene da Houston; come lui, del resto, e come alcuni degli straordinari musicisti (Mike Moreno, Burniss Travis II, Jeremy Dutton) che suonano in questo brillante disco d’esordio. Una vera e propria genia di talenti che, dal Texas, ha deciso di colonizzare con la sua modernissima miscela di suoni la Grande Mela e da lì il mondo. Gran disco, compatto, godibile. Con alcune punte di particolare riuscita espressiva come Dreaming, fatta in chiave drum’n’bass e Ain’t Nobody, la ripresa di un vecchio successo di Rufus & Chaka Khan. Il jazz del nuovo millennio, che incontra il soul e diventa un tutt’uno. Massive!

Gaeta

 


 

DISTRIBUTORE

Universal

FORMAZIONE

Chris Potter (ten.), James Francies (p.), Joel Ross (vib.), Mike Moreno (chit.), Burniss Travis II (cb.), Jeremy Dutton, Mike Mitchell (batt.), YEBBA, Chris Turner, Kate Kelsey-Sugg (voc.).

DATA REGISTRAZIONE

New York, 2018.