Diego Imbert «Tribute To Charlie Haden»

161

AUTORE

Diego Imbert

TITOLO DEL DISCO

«Tribute To Charlie Haden»

ETICHETTA

Trebim Music

 


 

Si fallisce sempre nel parlare di ciò che si ama, sosteneva il geniale semiologo e scrittore Roland Barthes. Un assunto, questo, che forse vale in ambito letterario ma non musicale. Lo dimostra l’omaggio di Diego Imbert a Charlie Haden. Al maestro del contrabbasso, scomparso nel 2014, il collega di strumento francese dedica uno degli album più poetici ed emozionanti degli ultimi anni. E, per farlo, si avvale dell’amico italiano Enrico Pieranunzi (che con Haden ha registrato quattro dischi) e del complice transalpino André Ceccarelli. In pratica lo stesso trio di «Ménage à trois» – elegante cd uscito nel 2016 – più un quartetto d’archi, un oboe, un clarinetto e un flauto. In repertorio ci sono le composizioni dell’artista di Shenandoah, brani lirici e dall’allure cinematografica come First Song, Nightfall e Silence (posto significativamente in chiusura del lavoro a mo’ di epitaffio), tutte riprese con estremo rispetto per gli originali e però con la libertà creativa propria del jazz.

Ma ci sono pure una manciata di standard che il sodale di Ornette Coleman amava eseguire (Lennie’s Pennies di Tristano, per esempio) e soprattutto composizioni a lui ispirate, da Charlie’s Waltz di Imbert
alla intensa Charlie Haden di Pieranunzi. Ed è proprio la presenza del pianista romano a fare la differenza. Enrico ha una marcia in più e si sente: è perfetto sia quando accompagna gli assoli di Imbert sia se improvvisa; riesce a essere romantico senza mai indulgere nel sentimentalismo di maniera o nell’esercizio di stile fine a sé stesso; va al cuore della musica e non si perde in virtuosismi inutili.

Ciliegina sulla torta, gli arrangiamenti degli archi: li firma Pierre Bertrand e anche questi sono nello stile di Haden e decisamente raffinati. Risultato? Un concentrato di esprit de finesse molto francese.

Franchi


 

DISTRIBUTORE

www.diegoimbert.com

FORMAZIONE

Enrico Pieranunzi (p.), Diego Imbert (cb.), André Ceccarelli (batt.), Pierre Bertrand (arr.); più Cécile Clunot (fl .), Ariane Bacquet (oboe), Stéphane Chausse (cl.), Anne-Johann Renard, Caroline Bugala (viol.), Grégoire Korniluk, Paul Colomb (cello).

DATA REGISTRAZIONE

Parigi, 2017