Avishai Cohen «Cross My Palm With Silver»

458

AUTORE

Avishai Cohen

TITOLO DEL DISCO

«Cross My Palm With Silver»

ETICHETTA

ECM


Avishai Cohen, il trombettista, è oggi uno dei più originali e creativi talenti in circolazione. Nove album già incisi come solista, al secondo lavoro per ECM dopo il notevole «Into The Silence», uscito l’anno scorso, il giovanotto di Tel Aviv è capace di colpire al cuore gli appassionati. Famiglia ad alto tasso di doti musicali (la sorella Anat suona sax e clarinetti, il fratello Yuval è un sassofonista soprano), Avishai fa parte della feconda nouvelle vague del jazz israeliano. Di lui stupisce prima di tutto il timbro: essenziale, caldo, diretto e privo di vibrato. E poi le idee: «Cross My Palm With Silver» è un disco politico o, meglio, civile.

Scritto nel suo Paese di origine, ispirato alla situazione del Medio Oriente e all’assurdità dei conflitti e degli odii che dividono i popoli, l’album si apre con i dieci ispirati minuti di Will I Die, Miss? Will I Die?: un brano dal titolo emblematico, dove la tromba con sordina dell’artista rimanda a quella dolente ed evocativa di Miles Davis (il principale riferimento di Cohen) in «Sketches Of Spain». E lo stesso vale per Shoot Me In The Leg. Ma tutto il lavoro è pervaso da un’atmosfera intima e mistica. A dar man forte al leader pensa una sezione ritmica strepitosa, in cui spiccano il pianoforte di Yonathan Avishai (una sorta di fratello musicale per il trombettista) e il sempre più sensibile drumming di Nasheet Waits.

Ivo Franchi


 

DISTRIBUTORE

Ducale

FORMAZIONE

Avishai Cohen (tr.), Yonathan Avishai (p.), Barak Mori (cb.), Nasheet Waits (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

Pernes-Les-Fontaines, settembre 2016.