Arild Andersen «In-House Science»

688

AUTORE

Arild Andersen

TITOLO DEL DISCO

«In-House Science»

ETICHETTA

ECM

 


 

Il disco è stato registrato in un luogo storico, addirittura un museo: Villa Rothstein di Bad Ischl, già residenza di un famoso scienziato come Viktor Schauberger e poi passata al figlio, fisico anch’esso. E il live si addice al trio di Andersen, perché mette in evidenza la perfetta interazione tra il norvegese e i suoi sodali. Un trio vigoroso ma attento alle sfumature, come nella tradizione scandinava. Il fraseggio di Smith è di eccezionale vivacità, e gli permette di passare dal romanticismo all’avanguardia, passando ai cocktail intermedi, ibridando generi e stili. Mira apre la corsa, con le corde doppie e limpide di Andersen che chiamano la melodia intonata da Smith, su registri medio-alti, sul lento incedere del tempo. La geometrica precisione di Vinaccia cadenza i ritmi, rivoluzionandoli e illuminando la densità del suono di Andersen e, in Science, anche il crescendo sonoro. La musica del contrabbassista norvegese si dipana su di una tavolozza ricca di colori e il raddoppio delle note di Venice, sotto la sferzante batteria di Vinaccia che incalza il barrire di Smith, ne è una chiara prova. Il trio alterna brani corposi e minacciosi a melodie dal sapore eterno, come le eleganti carezze di North Of The Northwind; che fanno da contraltare alle tempeste sonore del trio, con Smith in proscenio, di In-House. Una performance travolgente, quella di Villa Rothstein, che declina il verbo di un trio che sa fare perfettamente a meno del «conforto» di uno strumento armonico.

Ayroldi

[da Musica Jazz, maggio 2018]

 


 

DISTRIBUTORE

Ducale

FORMAZIONE

Tommy Smith (ten.), Arild Andersen (cb.), Paolo Vinaccia (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

Bad Ischl, settembre 2016.