Joel Weiskopf «The Message»

3395

AUTORE

Joel Weiskopf

TITOLO DEL DISCO

«The Message»

ETICHETTA

SteepleChase


Su questo disco in teoria ci sarebbe poco da dire, e non perché sia insipido o inconsistente, ma perché invece è ben fatto, onesto e con tutto quello che si chiede a un jazz che rappresenti al meglio il mainstream di oggi: swing, partecipazione emotiva, invenzione, coraggio, empatia. E nessun orpello. Joel Weiskopf, fratello del più conosciuto sassofonista Walt, ha una notevole caratura pianistica: come se Oscar Peterson fosse stato filtrato attraverso McCoy Tyner e poi il risultato attraverso Chick Corea. È, insomma, un solista pieno che sposa la connaturata eleganza a una non trascurabile ricerca dell’imprevedibile, cosa che si riflette anche nel suo notevole lavoro autorale. Questo disco costituisce quella che si dice una rimpatriata. I quattro musicisti si erano incontrati al Berklee College of Music di Boston agli inizi degli anni Ottanta, avevano formato un gruppo ma da allora non avevano più suonato tutti insieme. Ora il forte basso di Fitzgerald, il passionale sax di Scheps (un impetuoso coltraniano in The Original Search) e il generoso, brillante drumming dell’italiano Pellitteri si riuniscono attorno al piano del leader come se per la loro intesa non fossero passati ben 35 anni. E con una intensità che accompagna quasi tutto il disco.

Piacentino

[gennaio 2019]


DISTRIBUTORE

IRD

FORMAZIONE

Rob Scheps (ten., sopr.), Joel Weiskopf (p.), Joe Fitzgerald (cb.), Marcello Pellitteri (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

Prob. Paramus, 2017.