Soft Machine «Switzerland 1974»

2722

AUTORE

Soft Machine

TITOLO DEL DISCO

«Switzerland 1974»

ETICHETTA

Cuneiform (cd + dvd)

 


 

Reduci da «Seven», i Soft Machine capitanati ormai da Jenkins si presentano nel 1974 a Montreux con una carta in più: Holdsworth, conosciuto allora per i brevi trascorsi nei Tempest e nei Nucleus. La mossa funziona: le trame angolari e le armonizzazioni inconsuete del chitarrista sono una brezza di aria fresca per le visionarie composizioni di Jenkins e Ratledge. E che la musica sia cambiata si capisce fin dal brano d’apertura, Hazard Profile, basato su un riff rubato alla Song For The Bearded Lady scritta da Jenkins ai tempi dei Nucleus.
I Soft Machine entrano qui ufficialmente nell’alveo di una fusion più prevedibile, anche se di alto livello e sempre in bilico tra avanguardia e sperimentazione: dalla sognante The Floating World, con un inedito Holdsworth alla voce, alla nostalgica The Man Who Waved At Trains, ultima composizione firmata da Ratledge per il gruppo. Il cd è accompagnato da un dvd che documenta l’esibizione, ottimamente restaurato insieme ai nastri originali resuscitati da Udi Koomran.

Bonomi

 


 

DISTRIBUTORE

Goodfellas

FORMAZIONE

Allan Holdsworth (chit., voc.), Karl Jenkins (p. el., org., sop., oboe), Mike Ratledge (p. el., org., sint.), Roy Babbington (b. el.), John Marshall (batt., perc.).

DATA REGISTRAZIONE

Montreux, 4-7-74.