Stefania Dipierro «Base Terra»

3233

AUTORE

Stefania Dipierro

TITOLO DEL DISCO

«Base Terra»

ETICHETTA

Incipit


Se è vero che Stefania Dipierro è una tra le migliori interpreti italiane della musica popolare brasiliana, è anche vero che la trattava in epoca non sospetta, prima che diventasse appannaggio dei più. Ma la cantante pugliese ha saputo andare oltre questa etichetta, superando l’impasse latino-americano, attestandosi anche come compositrice e autrice. «Base Terra» è l’affermazione di questa evoluzione, tant’è che per onestà intellettuale – dote che l’ha sempre contraddistinta professionalmente – è diviso due parti: la prima con i nuovi abiti, la seconda in vesti tradizional-brasiliani; qui intona, al par suo, alcune perle come O que será, Samba e amor, Relance, Rosa, Assim, rinverdendo alla memoria di tutti gli anni d’oro del Fez, movimento musicale nato a Bari negli anni Novanta mercé Nicola Conte, lì dove la sua carismatica figura materializzò il sound brasiliano anche con finimenti electro. Ciò che stupisce in questo lavoro è la prima parte. E cioè scoprire una Stefania Dipierro ottima e attenta compositrice in tre lingue differenti: infatti, passa in souplesse dall’italiano cantautoriale di Vortici di idee e la bella Girandole e fiori, all’inglese da hit single nelle pop chart di Take Courage, alle coloriture ritmiche anni Sessanta di We Got Peace, per giungere al portoghese-brasiliano di Deixa Tudo, dirompente nella sua rimarchevole cantabilità, alle tonalità di una new lounge music, passata al tornio, di Coração da loucura. Con lei la Paz Community, formata da alcuni tra i migliori jazzisti in circolazione, che ospita i sassofoni di Gaetano Partipilo: un ensemble che fa scintille e che interpreta a meraviglia la musica della leader.
Alceste Ayroldi


DISTRIBUTORE

Egea

FORMAZIONE

Stefania Dipierro (voc.), Mirko Signorile (p., p. el.), Vince Abbracciante (fisarmonica), Marco Bardoscia (cb.), Federico Pecoraro (b. el.), Davide Penta (b. el.), Fabio Accardi (batt.), Antonio Olivetti (perc.), Emanuele Ferrari (tamburi salentini); osp: Gaetano Partipilo (alto, sop.).

DATA REGISTRAZIONE

Bari, data scon.