Zem Audu «Spirits»

3136

AUTORE

Zem Audu

TITOLO DEL DISCO

«Spirits»

ETICHETTA

Origin


È nato in Nigeria, è cresciuto a Londra e attualmente vive a Brooklyn. Il suo è un ventaglio di esperienze che abbraccia mondi diversi: il jazz sicuramente (ha collaborato tra gli altri con Jason Moran), il soul (con Lauryn Hill), l’Africa (con Hugh Masekela), persino lo ska (con gli Skatalites). Questo è il secondo lavoro discografico a suo nome (il primo si intitolava «Visions») e qui Audu può finalmente esprimere tutto il suo background musicale. Big Qi ha un incedere vagamente Afrobeat, dove le origini nigeriane del sassofonista si fanno sentire, mentre la title-track è un reggae urbano con cui Audu rende omaggio non solo ad ascolti adolescenziali stratificati nel tempo ma anche a uno dei suoi mentori, il sassofonista Courtney Pine.

Ma è il funk, con la sua energia, ad aleggiare su tutto il disco, con il possente contributo di Davis alla batteria che, sostenuto dal basso di Williams, connota una musica che profuma di esperienza black. E in questo senso la chitarra di Stern, che potrebbe forse sembrare una nota stonata all’interno del quintetto, si amalgama molto bene riuscendo a dare quel tocco di elettricità (ascoltate Neon Nights) che contribuisce ad arricchire il ritratto di un musicista destinato a riservarci chissà quante sorprese.

Gaeta

[da Musica Jazz, novembre 2017]


DISTRIBUTORE

FORMAZIONE

Zem Audu (ten.), Benito Gonzales (p.), Mike Stern (chit.), Ben Williams (cb.), John Davis (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

New York, 2015.