Abbey Lincoln «Sophisticated Abbey»

2584

AUTORE

Abbey Lincoln

TITOLO DEL DISCO

«Sophisticated Abbey»

ETICHETTA

HighNote

 


 

Il clima di intimità e il senso di complicità che rendevano unico il Keystone Korner tra anni Settanta e Ottanta non di rado ispiravano ai maestri del jazz – da Roland Kirk a Dexter Gordon a Mark Murphy – concerti memorabili. A suo modo intensa e accattivante, nella sua peculiare discontinuità, è anche questa performance ritrovata della cinquantenne Lincoln nel leggendario club di North Beach. La lunatica emozionalità e l’agra suggestione della voce di Abbey, sempre in strano equilibrio tra vulnerabilità e solennità, si impongono nei suoi eccentrici ditties jazzistici del periodo – Painted Lady e People In Me – e illuminano in chiaroscuro un tema di Stevie Wonder (Golden Lady), i versi di Oscar Brown Jr (As Long As You’re Living) o l’obliquo omaggio a Lady Day (God Bless The Child). Ma è sulle tornite melodie di canzoni romantiche come The Nearness Of You o It’s Impossible (cantata prima in spagnolo poi, più plausibilmente, in inglese) che la cantante crea una sorta di combattuta e seducentemente precaria eloquenza: e più ancora in quell’ombroso e struggente capolavoro di Mancini e Mercer, Whistling Away The Dark, recitato (sul solo piano) con dolente e pausato abbandono.

Federighi

 


 

DISTRIBUTORE

IRD

FORMAZIONE

Abbey Lincoln (voc.), Phil Wright (p.), James Leary (cb.), Doug Sides (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

San Francisco, marzo 1980.