Roscoe Mitchell «Bells For The South Side»

602

AUTORE

Roscoe Mitchell

TITOLO DEL DISCO

«Bells For The South Side»

ETICHETTA

ECM


 

Si comincia con la costruzione di isole pianistiche nello spazio e ci si ritrova in pieno nel mondo di Roscoe Mitchell, che sui rapporti fra suono e silenzio ha costruito una parte cospicua e affascinante della sua musica. La quale, più che comunicare qualcosa, continua a dichiarare la propria stessa esistenza. E non è poco. Quasi tutti i brani di «Bells For The South Side» – un Mitchell quintessenziale registrato dal vivo per i cinquant’anni dell’AACM – vanno in quella direzione, cioè alle logiche tradizionali del tema si sostituisce un’idea dello spazio. Non c’è nella storia del jazz – ammesso si possa usare questo termine – artista che abbia voluto cercare con più ostinazione la tridimensionalità (forse Tatum? Coleman Hawkins?), anche e soprattutto attraverso l’utilizzo di una gamma sonora molto ampia.

Anche in questo doppio, notevolissimo album la scelta degli strumenti è agganciata al senso del brano: è in funzione del pezzo che la scelta degli strumenti e l’organico cambiano di continuo. I musicisti sono distribuiti per lo più in quattro diversi trii. Il brano che intitola l’album riprende il taglio processionale più volte adottato dall’Art Ensemble of Chicago, formazione il cui spirito sembra più volte rivivere in questo doppio album. Compresa la strumentazione, che include le percussioni originali del gruppo. Dell’Ensemble, tra l’altro, viene qui ripreso Odwalla, che con l’assolo di sax in Prelude To The Card Game rappresenta l’unica concessione alle consuetudini del jazz. Più che da capire, questa musica è da ammirare nei suoi svolgimenti graduali, quasi impercettibili, comunque inesorabili.

Piacentino


 

DISTRIBUTORE

Ducale

FORMAZIONE

Roscoe Mitchell (sopranino, sopr., alto, sax basso, fl., ottavino, fl. dolce basso, perc.) più, in formaz. varie: Hugh Ragin (tr., trombino), Tyshawn Sorey (trne, p., batt., perc.), James Fei (sopranino, alto, cl. contralto, elettr.), Craig Taborn (p., org., elettr.), Jaribu Shahid (cb., perc.), Tani Tabbal, Kikanju Baku (batt., perc.), William Winant (perc.).

DATA REGISTRAZIONE

Chicago, settembre 2015.