Piera Acone & Marco Castelli «La bicyclette»

163

AUTORE

Piera Acone & Marco Castelli M&S Band

TITOLO DEL DISCO

«La bicyclette»

ETICHETTA

Caligola Records

 


 

Chi ha detto che la lingua francese non si addice al jazz? E che è solo quella inglese ad avere in sé il quid giusto per lo swing? Qualche anno dopo la raffinata operazione di Simona Severini (che nel cd «La belle vie», del 2011, aveva ripreso Sacha Distel e Serge Gainsbourg), un’altra cantante italiana fa rotta musicale tra Parigi e dintorni. È Piera Acone, che nel nuovo album rende omaggio alla canzone d’Oltralpe. Un’operazione rischiosa sulla carta. Ma la sfida della vocalist veneziana e del suo complice, il sassofonista Marco Castelli, è stravinta.

In «La bicyclette» – il titolo fa riferimento al brano reso celebre da Yves Montand, di cui qui si ascolta un’ottima cover – rende omaggio ai classici della musica francese: Mon manège a moi riletta su un ritmo ska; La foule dove l’originario valzer trascolora in latin-jazz; Sous le ciel de Paris ripresa su un tempo medio con un’accentuazione lirica. E poi ci sono i grandi chansonniers: Nino Ferrer con Les cornichons, Charles Trenet con Que reste-t-il de nos amour in versione tango e Jacques Brel con Comment tuer l’amant de sa femme. È godibilissima e originale pure la rilettura di Sympathique dal primo disco dei Pink Martini, storica band di Portland con un’attrazione fatale per il rétro.

Impeccabile la pronuncia della Acone, con il suo misurato stile di canto in sottrazione, e menzione speciale per gli arrangiamenti del pianista Paolo Vianello.

Franchi

 


 

DISTRIBUTORE

caligola.it

FORMAZIONE

Marco Castelli (ten., sop.), Paolo Vianello (p.), Edu Hebling (cb.), Gabriele Centis (batt.), Piera Acone (voc.)

DATA REGISTRAZIONE

Trieste, 2016.