Marcus Strickland’s Twi-Life «People Of The Sun»

2317

AUTORE

Marcus Strickland’s Twi-Life

TITOLO DEL DISCO

«People Of The Sun»

ETICHETTA

Revive / Blue Note

 


 

La ricerca verso la modernità intrapresa da Strickland è, tra le tante in circolazione, probabilmente la più equilibrata in termini di appeal al pari delle recenti proposte del trombettista Marquis Hill: sembra volersi rivolgere a un pubblico il più ampio possibile senza però disattendere la voglia di esplorazione e di avventura alla quale ogni musicista di oggi dovrebbe aspirare. In sostanza ciò che non sempre Robert Glasper, per citarne soltanto uno, riesce a fare. In questo disco c’è tutto: armonie sofisticate, un beat accattivante, una pulsazione ritmica coinvolgente. Strickland aveva già tracciato il solco col precedente «Nihil Novi» (2016, Blue Note) ma qui è andato oltre, immergendosi ancora più profondamente in un mondo, quello della black music di derivazione jazzistica, che ha ancora tanto, tantissimo da esprimere. E gli inserti vocali di Bilal e di Pharoahe Monch non debbono essere visti come un ruffiano e banale espediente per raccogliere ascoltatori tra le giovani generazioni ma soltanto come la manifestazione di un’estetica che punta a superare le etichette, esprimendo un concetto di «totalità» oggi sempre più necessario.

Gaeta

[da Musica Jazz, dicembre 2018]

 


 

DISTRIBUTORE

Universal

FORMAZIONE

Keyon Harrold (tr.), Marcus Strickland (sop., ten., cl. b., tast.), Mitch Henry (org., tast., vocoder), Kyle Miles (b.el.), Charles Haynes (batt.), Weedie Braimah (perc.), Bilal, Pharoahe Monch, Greg Tate, Akie Bermiss, Jermaine Holmes (voc.).

DATA REGISTRAZIONE

New York, 2018.