Ullmann & Kruglov «Moscow-Berlin»

2574

AUTORE

Ullmann & Kruglov

TITOLO DEL DISCO

«Moscow-Berlin»

ETICHETTA

Fancymusic

 


 

A tre anni dalla sua incisione vede la luce questo prezioso tête-à-tête fra due dei più arditi e convinti sperimentatori d’ancia del Vecchio Continente: Ullmann, sessant’anni, tedesco di Bonn, e Kruglov, che di anni ne ha ventidue in meno e proviene da Pavlovskij Posad, non troppo lontano da Mosca. Si tratta di quindici brani, svarianti dai due ai sette minuti e mezzo, a firma congiunta o singola, più o meno in salomonica parità. Prevalgono gli abbinamenti «di famiglia», cioè sax alto-sax tenore o clarinetto contralto-clarone, anche se Kruglov svaria in un paio di casi sul flauto dolce, in entrambi i casi accoppiato al clarinetto basso, e Ullmann dà ogni tanto di piglio all’elettronica. Il dialogo è più o meno fitto ma comunque costante, nel senso che anche nei momenti più magri e cogitabondi (di regola negli episodi clarinettistici) ben di rado uno dei due performer rimane da solo (capita ad esempio in avvio di Five/5, con un attacco febbrile di sax alto, cui si unisce in un secondo momento il tenore). Asperità e segmenti (di rado interi brani, come nel caso di Echoes of G.o.B., persino troppo estenuato) più rilasciati si alternano generando la necessaria alternanza climatica e di umori, anche se prevale per qualche incollatura la componente più fisica, corporea. Sound Glow, Poet, Gulf of Berlin, Yeah Clarinet!, Determination e Seal of Time, oltre ai due Go East, già citati, gli episodi più interessanti.

Bazzurro

[da Musica Jazz, aprile 2018]

 


 

DISTRIBUTORE

FORMAZIONE

Alexey Kruglov (alto, cl. alto, fl. dolce), Gebhard Ullmann (ten., cl. b., elettr.).

DATA REGISTRAZIONE

Berlino, 29-12-14.