International Jazz Day UNESCO, X anniversario

L’Associazione I-Jazz in prima linea con lo speciale progetto Unesco in Musica.

15000

Il 30 di aprile rappresenta dal 2011 un momento importante per presentare, in tutto il mondo, progetti ed idee che si richiamano ad una delle maggiori forme di espressione artistica del Novecento, il jazz. Promossa dal musicista Herbie Hancock e subito raccolta e sostenuta dall’UNESCO, questa giornata ha avuto un immediato e notevole sviluppo, tanto da essere celebrata in tutto il mondo con migliaia di iniziative. L’Italia ha partecipato, da sempre, a questa giornata con diverse iniziative (concerti, incontri, momenti di sensibilizzazione) trovando l’immediata disponibilità degli operatori.
L’Associazione I-Jazz intende quindi portare avanti la programmazione anche in Italia di una importante giornata di riferimento per il mondo del jazz, nonostante le forti limitazioni dovute dalla pandemia da Covid-19, che faccia da trampolino di lancio per un progetto nazionale (verrà presentato entro la fine di maggio) di valorizzazione del connubio tra musica jazz e patrimonio UNESCO, unendo le migliori energie, i luoghi di eccellenza, le idee, proseguendo su quel percorso “in rete” che spesso caratterizza l’impegno sulla musica.
Il programma promosso dalla Associazione I-Jazz, con il sostegno del Ministero della Cultura, degli associati e delle amministrazioni locali, per questo International Jazz Day 2021 si articolerà in sei eventi musicali che andranno online in diretta streaming sulla pagina Facebook dell’associazione, www.facebook.com/www.italiajazz.it, a partire dalle ore 18.
La piccola maratona musicale del 30 aprile verrà inaugurata dal giovanissimo chitarrista siciliano Matteo Mancuso, in trio, direttamente dal giardino della Kolymbethra, nel cuore del Parco Archeologico della Valle dei Templi di Agrigento, per poi spostarsi nel centro storico della città di Matera con il prestigioso duo composto da Ettore Fioravanti (batteria) e Marco Colonna (clarinetti). Seguirà un altro importante duo come quello formato da Javier Girotto (sax) e Vince Abbracciante (fisarmonica) che suoneranno nella suggestiva Villa Medicea di Cerreto Guidi (Firenze).
Il quarto appuntamento vedrà come protagonisti la palladiana Villa Emo a Fanzolo di Vedelago (Treviso) e l’originale progetto StraborDante, un viaggio musicale nell’Inferno dantesco della Divina Commedia, con il sound degli XYQuartet di Nicola Fazzini (sax alto), Alessandro Fedrigo (basso elettrico) Saverio Tasca (vibrafono) e Luca Colussi (batteria), insieme all’inconfondibile voce di John De Leo. Dal Veneto questo immaginario viaggio artistico si sposterà in Piemonte, nella splendida Basilica del Sacro Monte di Varallo (Vercelli), dove il trombettista Luca Aquino si esibirà in un prezioso e originale solo. Chiuderanno questa prestigiosa “kermesse” digitale Gianluca Petrella e Pasquale Mirra, con l’esibizione in duo presso il Palazzo Ducale di Urbino.
L’organizzazione dei singoli concerti è stata coordinata a livello nazionale da I-Jazz e curata in collaborazione con i soci che lavorano sul territorio, nello specifico: Associazione FestiValle ad Agrigento, Onyx Jazz Club a Matera, Associazione Music Pool, Associazione Empoli Jazz e Pisa Jazz a Cerreto Guidi, Associazione Nusica.org a Fanzolo di Vedelago, Associazione Rest Art al Sacro Monte di Varallo, Fano Jazz Netowrk a Urbino.
Il programma dei concerti intende promuovere il connubio perfetto tra la musica jazz di qualità e il prestigio delle sedi UNESCO in Italia, andando a costruire una iniziativa unica che mette insieme dal Nord al Sud Italia alcuni dei più preziosi luoghi del patrimonio nazionale di sei regioni e importanti musicisti del jazz italiano.
L’unicità del jazz che nel corso dei decenni ha inglobato elementi della tradizione musicale italiana, conferiscono al programma presentato per l’International Jazz Day un valore senza precedenti, l’opportunità di valorizzare il sistema paese e i patrimoni artistici territoriali.

International Jazz Day: le altre attività dei soci I-Jazz
Nell’ambito degli eventi organizzati per l’International Jazz Day UNESCO 2021, segnaliamo anche gli eventi organizzati dagli associati della I-Jazz che caratterizzeranno la giornata con produzioni speciali e contenuti di qualità.
Fano Jazz Network presenterà, alle ore 11, il concerto in streaming dell’Orchestra Mosaico diretta da Jean Gambini, presso il Pala J- Marina dei Cesari, il porto di Fano.
Il concerto sarà trasmesso in alta definizione sulla piattaforma Arancia Live, raggiungibile tramite il link: https://www.arancialive.com  o scaricando l’app gratuita per android o ios dal rispettivo store.
In collaborazione con Unesco, Associazione Mosaico, Servizi Educativi Comune di Fano, Città delle Bambine e dei Bambini, Il Jazz Va a scuola, Direzione Didattica San Lazzaro, Marina Dei Cesari – il porto di Fano, I-Jazz, Arancia Live.
Barga Jazz presenterà Fat Fingers Sax Quartet (Rossano Emili – sax baritono, Renzo Telloli – sax alto, Moraldo Marcheschi – sax soprano, Alessandro Rizzardi – sax tenore), ospite la cantante Federica Gennai che eseguirà alcuni brani tratti dal recente disco “Hermético”, omaggio a Hermeto Pascoal. La pubblicazione del video sarà anche l’occasione per lanciare una campagna di sostegno al BargaJazz Club, dove è stato registrato, che ha dovuto sospendere la propria attività a causa dell’emergenza COVID, ma che deve comunque far fronte alle spese che l’attività impone. Il contenuto sarà pubblicato alle 17 su youtube e sulle pagine Facebook del Bargajazz festival e del Bargajazz club (https://www.facebook.com/BARGAJAZZhttps://www.facebook.com/bargajazzclub)
Associazione Culturale Euritmica celebrerà l’International Jazz Day a Palmanova, la città Fortezza d’Europa, Patrimonio Mondiale UNESCO, con il sostegno e la collaborazione dell’amministrazione comunale e della delegazione del Friuli Venezia Giulia dell’Associazione Italiana Giovani per l’UNESCO. È Mirko Cisilino (tromba, effetti) il jazzista che proporrà la sua “Installazione Musicale” in diretta Facebook sulle pagine di Euritmica, del Comune di Palmanova e di Unesco Giovani FVG, a partire dalle 18.
Circolo Culturale Controtempo festeggia l’International Jazz Day omaggiando il territorio attraverso un video che unisce due progetti nati nel 2020: Submersus Jacet Pharao – Duo Discantus, prodotto da Controtempo e Tilt, disco numero 200 prodotto dall’etichetta Artesuono Recording Studio di Stefano Amerio, edito in un cofanetto speciale in edizione limitata, registrato durante Le Nuove Rotte del Jazz 2019 a Trieste. Daniele D’Agaro al clarinetto, Massimo de Mattia al flauto e Giovanni Majer al contrabbasso, protagonisti delle due opere, si incontrano per dare vita ad un’esibizione inedita e omaggiare la giornata internazionale del jazz. Ad ospitarli, lo straordinario Vigne Museum, il museo a cielo aperto dedicato alla vite e al paesaggio sulle colline Rosazzo (Udine) tra i vigneti dell’azienda Livio Felluga. Il video sarà online sui social di Controtempo alle 19:30.
Associazione Empoli Jazz sarà presente sui propri canali social (ore 17) con le pillole video di Fiabe del Jazz, il progetto formativo, musicale e culturale, ideato e promosso da Empoli Jazz per le scuole; chiuderà la serata del 30 aprile con un throwback video delle 12 edizioni del festival.
Associazione Music Pool (Firenze) e Circolo Ex Wide (Pisa) confermano il proprio impegno con gli enti formativi anche in tempi difficili come quelli che stiamo attraversando. Ormai lo streaming è un prezioso alleato e dà la possibilità di essere anche nel 2021 insieme all’Istituto di Istruzione Superiore Alberti Dante, al Liceo Musicale Carducci di Pisa e al Conservatorio Cherubini di Firenze per l’International Jazz Day 2021.
Le dirette streaming sulle pagine delle due associazioni vedranno tre interventi musicali: alle 20:30 l’Istituto di Istruzione Superiore Alberti-Dante presenta “L.A.D. Jazz Ensemble”, il gruppo formato dagli studenti, tra 16 e 19 anni, che seguono il laboratorio jazz curato dagli insegnanti Maria Elena Romanazzi e Giovanni Nocentini, che proporrà alcuni standard e uno speciale omaggio a Chick Corea; alle 21:15 sarà trasmesso il concerto finale del laboratorio “Ritmo, Improvvisazione, Armonia. Un approccio al Jazz” organizzato da Liceo Carducci di Pisa in collaborazione con Pisa Jazz e vincitore del bando SIAE “Per chi crea”; chiuderà la serata (alle 22:00) il Conservatorio Luigi Cherubini con Cherubini Jazz Quintet, il gruppo, formato da allievi del dipartimento di jazz, curato dal docente Dario Cecchini, frontman dei Funk Off, con un concerto alla scoperta di tre mostri sacri del jazz mondiale come Roy Hargrove, Thelonious Monk e Wayne Shorter.