Musica Jazz di giugno 2023 è in edicola

Il magazine con le anticipazioni delle rubriche e degli articoli. La cover story, il dossier, le interviste, le recensioni e l'esclusivo CD allegato

209827

 

IL CD ALLEGATO A MUSICA JAZZ DI GIUGNO 2023

«Swinging the Classics»

Cosa succede quando i grandi del jazz incontrano i grandi della classica?

Scopritelo sul nostro cd

ACQUISTA ORA MUSICA JAZZ DI GIUGNO 2023!

 

COVER STORY

MESHELL NDEGEOCELLO

Torna la bassista e compositrice con un nuovo album che segna il suo debutto su Blue Note avvalendosi di uno spiegamento di forze come non si vedeva da tempo

DOSSIER

ALICE COLTRANE

Esiste un legame tra questa categoria dagli incerti confini – e dall’altrettanto sfuggente definizione – e una delle figure forse più male interpretate nella scena jazzistica degli anni Sessanta e Settanta?

CHITARRE

DOMINIC MILLER

Al terzo album ECM, il chitarrista argentino realizza un gran bel lavoro assieme a un gruppo davvero eccellente: un disco che mescola linguaggi e mal sopporta etichette.
Ecco quindi l’esito della nostra conversazione

L’INTERVISTA DEL MESE

FERDINANDO ROMANO

Il nuovo album del contrabbassista che fu premiato nel 2020 dal nostro Top Jazz è un disco formidabile, pulsante e vivo, destinato a segnare il quadro delle uscite di quest’anno: un lavoro di schietto respiro internazionale. Ne parliamo con l’autore

DISCHI DA NON PERDERE

Musica per tutti i gusti nella nostra selezione di giugno

MESHELL NDEGEOCELLO / JASON MORAN / FERDINANDO ROMANO / JOE LOVANO TRIO TAPESTRY / ROBERTO DE NITTIS / FRANZ HAUTZINGER / HANK JONES / MARK DRESSER / FRANCESCO FIORENZANI / MICHELE BONIFATI EMONG / ALESSIA OBINO / ALBERT AYLER / 

 

 

PIANO (NON SOLO)

MARILYN CRISPELL

Il Trio Tapestry è da qualche anno il prediletto veicolo espressivo di Joe Lovano. Dopo aver intervistato più volte il sassofonista di Cleveland, era quindi il momento di parlare con una delle più importanti pianiste contemporanee a proposito di questa esperienza

ACQUISTA ORA MUSICA JAZZ DI GIUGNO 2023!

 

ON THE ROAD

MAURO CAMPOBASSO, MAURO MANZONI

Il disco dei due Mauro, l’uno chitarrista, l’altro sassofonista, è uno dei lavori più interessanti di questo inizio 2023 ed è stato concepito dai suoi autori in maniera assolutamente insolita. Sentiamo com’è andata

BATTERIE

SEBASTIAN ROCHFORD

Nella mescolanza delle percezioni e nelle conseguenti loro possibilità espressive c’è il senso più profondo di un musicista che lavora incessantemente a tavoli diversi, alla ricerca di un linguaggio che tutto leghi e tutto comprenda

OUTSIDER

THOMAS BANGALTER

Dopo aver dominato per oltre 25 anni la scena dance-elettronica con i Daft Punk, Thomas Bangalter torna ad affrontare la musica «da ballo» ma stavolta come compositore classico

COLLETTIVI

TUSCANY MUSIC REVOLUTION

Intervista a più voci con uno dei gruppi più sorprendenti della scena italiana

ACQUISTA ORA MUSICA JAZZ DI GIUGNO 2023!

 

TEMPO DI BLUES

TINA TURNER

In tanti decenni di carriera la celebre cantante appena scomparsa è stata dapprima beniamina della gente del ghetto, quindi artefice dell’avvicinamento tra estetica popolare nera e bianca e idolo della generazione di Woodstock, infine diva senza più aggettivi. Si tratta di un caso pressoché unico e irripetibile

CIRCUS

MOON IN JUNE

PENGUIN CAFE

Musica «per chi sa apprezzare Wilson Pickett e Beethoven, i Rolling Stones e la musica africana, Bach, Stravinsky e le cornamuse irlandesi, perfino gli Abba in certe occasioni»

TROPICALIA

ZÉ IBARRA

Intervista a uno dei più fulgidi giovani talenti brasiliani del momento, uno dei nomi su cui si può contare per il futuro

ANNI OTTANTA

BRUNO CASINI

Negli anni Ottanta il capoluogo toscano è stato al centro di un incredibile fermento artistico e culturale le cui influenze hanno poi segnato molto di ciò che è accaduto in epoche successive. Ne parliamo con il massimo esperto di quel periodo leggendario, che soprattutto ha vissuto di persona quel periodo leggendario

CHANSON(G)S

CANZONI (DISIN)CANTATE

I nuovi album di Vinicio Capossela e Giovanni Truppi, pur così diversi, hanno in comune la volontà di non voltarsi dall’altra parte

CODA: MY FOOLISH EAR

LESTER BOWIE E LA BRASS FANTASY: WHEN THE SPIRIT RETURNS

Il singolare gruppo di ottoni fondato dal trombettista dell’Art Ensemble ha segnato in maniera indelebile l’ultimo quindicennio jazzistico del Novecento e non va dimenticato