Tiziano Tononi «Forms And Sounds – Air Sculptures»

2746

AUTORE

Tiziano Tononi

TITOLO DEL DISCO

«Forms And Sounds – Air Sculptures»

ETICHETTA

Felmay

 


 

Questo terzo disco dedicato da Tononi a Ornette Coleman nasce da precise caratteristiche progettuali. Anzitutto è diviso in due parti: la prima è una suite scritta dal leader, la seconda rivisita otto temi dello storico sassofonista. In particolare, poi, la prima intende celebrare l’ornettiano «Free Jazz» ispirandosi anche all’assetto del gruppo che lo realizzò (ma qui abbiamo un doppio quintetto e l’aggiunta di un tenore); nella seconda parte, invece, si esibiscono piccole formazioni tratte da quella a undici elementi. Infine, nelle note di copertina – che andavano pubblicate in italiano oltre che in inglese… – Tononi si chiede come l’arte visiva avrebbe potuto guardare al lavoro di Ornette, e prova a immaginarlo chiedendo a ogni musicista di prendere ispirazione da un artista (Bittolo Bon-Duchamp, Botti-Brancusi, Mandarini-Calder, ecc.). Ora, è chiaro che nel jazz la progettualità non è condizione necessaria e sufficiente alla riuscita di un lavoro. «Forms And Sounds – Air Sculptures» risulta eccellente, invece, perché ridà vita ed energia a linguaggi nati oltre mezzo secolo fa, e dei quali Ornette fu il nume tutelare. Il fatto che a firmarlo sia un batterista, poi, rende per lo più leggibili questi brani in quanto, forse perché il ritmo ha natura «biologica», un batterista è più portato a comunicare. Sotto questo aspetto, Tononi ha lavorato anche a livello di scrittura, spesso costruendo pezzi swinganti (come The Coolness Of My Hometown e Fort Worth Country Stomp, notevoli). Senza per nulla sminuire i pezzi per piccoli gruppi, il meglio del disco sta nell’organico pieno, in perfetto equilibrio fra partitura e libera improvvisazione, e con uno slancio da classica big band. Molto bravi tutti i solisti.

Piacentino

[da Musica Jazz, febbraio 2019]

 


 

DISTRIBUTORE

Egea

FORMAZIONE

Alberto Mandarini, Mirko Cisilino (tr.), Piero Bittolo Bon (alto, cl. basso, fl.), Francesco Chiapperini (alto, cl. basso), Daniele Cavallanti (ten.), Emanuele Parrini (viol.), Paolo Botti (viola, banjo), Tito Mangialajo, Silvia Bolognesi (cb.), Tiziano Tononi (batt., dir.), The Mysterious Traveller (perc.).

DATA REGISTRAZIONE

Milano, 12 e 13-12-17.