Concorso nazionale per giovani talenti del Jazz italiano “Chicco Bettinardi” 2023

Il Piacenza Jazz Fest ha festeggiato il suo ventennale con una nuova edizione del Concorso Bettinardi 2023, tre serate per eleggere i vincitori delle categorie in gara: solisti, gruppi e cantanti.

314

La serata Solisti

Sabato 4 febbraio si è svolta la finale del “Concorso Nazionale Chicco Bettinardi per Giovani Talenti del Jazz Italiano” Sezione A – Solisti. I cinque finalisti, accomunati dalla giovane età e dal talento, si sono alternati sul palco accompagnati da una ritmica d’eccezione composta da Roberto Cipelli al pianoforte, Attilio Zanchi al contrabbasso e Massimo Manzi alla batteria. I tre grandi musicisti sono anche tre componenti della giuria di esperti – musicisti, giornalisti e musicologi – presieduta da Zanchi e composta inoltre da Fabio Bianchi (quotidiano “Libertà), dall’esperto Jody Borea, da Luca Conti (direttore della rivista “Musica Jazz”) e dal critico musicale Giancarlo Spezia.

I finalisti che sono saliti sul palco sono stati, in ordine alfabetico: il chitarrista Francesco Felice Cassano, il trombettista Paolo Petrecca, il flautista e sax-tenorista Matteo Scarcella, il contraltista Lorenzo Simoni e il chitarrista Saverio Zura.

Al termine delle esibizioni la giuria ha assegnato a Matteo Scarcella (flauto e sax tenore) il primo premio pari a € 1.200 e l’ingaggio al Piacenza Jazz Fest 202; a Saverio Zura (chitarra) è stato dato il secondo premio del valore di € 600.

Da segnalare inoltre che Lorenzo Simoni (sax alto) si è aggiudicato il premio del pubblico.

La serata Gruppi

Sabato 11 febbraio al Milestone Live Club si è invece svolta la finale dedicata ai Gruppi, ensemble precostituiti da cui sono subito emersi in maniera marcata le diverse personalità. Qui i finalisti selezionati che si sono sfidati sul palco sono stati, in ordine di esibizione: gli Ndovu (un quartetto formato da una cantante, Martina Ghibellini, un vibrafono, suonato da Dario Ponara, una chitarra, Luca Scardovelli e la batteria, Silvano Martinelli), i Nugara Trio (Francesco Negri al pianoforte, Viden Spassov al contrabbasso e Francesco Parsi alla batteria), il Lucariello-Verrillo 5et (un quintetto formato da sezione ritmica, Enrico Poletto al pianoforte, Alberto Zuanon al contrabbasso e Massimo Verrillo alla batteria, e una sezione fiati, Sean Lucariello alla tromba e Lorenzo De Luca al sax tenore) e i Vark3S (quintetto che vede due sassofonisti, Andrea Iuraniello al sax alto e baritono e Fabio Tiralongo al sax tenore ma anche al flauto, la chitarra di Carlo Alberto Proto, il contrabbasso di Riccardo Grosso e la batteria di Andrea Carmelo).

E fra i cinque gruppi, i vincitori della sezione B sono stati:

  • Ndovu, primi classificati, che hanno vinto € 1.600 e l’ingaggio al festival 2024
  • Nugara Trio, che si sono portati a casa non solo il secondo posto e il premio in denaro di € 800, ma anche il premio del pubblico.

La serata Cantanti

L’ultima serata, quella dedicata al trovare invece la voce più bella, si è svolta il 18 febbraio, quando i Giovani Talenti del Jazz Italiano si sono sfidati nell’ultima categoria rimasta, quella dei cantanti.

I cinque finalisti – Rachele Amore, Licia Lapenna, Chiara Provvidenza, Emanuele Schiavone e Chiara Stroia – si sono esibiti in tre brani accompagnati dal trio ritmico ribattezzato Trio Bettinardi, composto da Giovanni Guerretti al pianoforte, Alex Carreri al contrabbasso e Luca Mezzadri alla batteria.

Ed è fra di loro che la giuria ha selezionato gli ultimi vincitori di questa edizione del Concorso Bettinardi 2023:

  • al primo posto, Licia Lapenna che vince € 1.200 e l’ingaggio al festival 2024
  • Emanuele Schiavone si classifica al secondo posto, accaparrandosi € 600

Da segnalare infine Chiara Provvidenza, che ha vinto il premio del pubblico.

 

Si conclude così il Concorso Bettinardi 2023, che per il suo ventennale ha premiato nuovi talenti della scena jazz italiana, talenti che ritroveremo sul palco del prossimo Piacenza Jazz Fest.

Info su: http://www.piacenzajazzclub.it