Troy Roberts «Tales & Tones»

171

AUTORE

Troy Roberts

TITOLO DEL DISCO

«Tales & Tones»

ETICHETTA

Inner Circle


 

Abbiamo visto suonare per la prima volta Troy Roberts al BAM festival tenutosi a Bari un paio d’anni fa. La sua padronanza dello strumento ci impressionò. All’epoca non lo conosceva nessuno. Fu Saul Rubin a consigliarcelo, in sostituzione di Marcus Strickland che non era disponibile, e ci disse che molto presto ne avremmo sentito parlare. Troy Roberts, australiano residente a New York, non è ancora diventato famoso ma è certo che, almeno nella Big Apple, è in questo momento uno dei sassofonisti più richiesti.

Questa è la sua ottava prova discografica e la seconda in quartetto, e sembra aver finalmente trovato un punto di equilibrio tra la muscolosità del suo modo di suonare e l’energia di una musica in bilico tra avventura e tradizione. Troy conosce molto bene il linguaggio dell’idioma afroamericano avendo avuto modo di assimilarlo suonando al fianco di musicisti che hanno esercitato un forte stimolo su di lui.

Joey DeFrancesco, per esempio, ma anche «Tain» Watts, che rappresenta la spinta ritmica giusta per chi come lui ha bisogno di sviluppare fraseggi torrenziali e fantasiosi. Un grande solista, un gran disco di jazz, un ascolto assolutamente consigliato.

Gaeta


 

DISTRIBUTORE

innercirclemusic.com

FORMAZIONE

Troy Roberts (sop., ten.), Silvano Monasterios (p.), Robert Hurst (cb.), Jeff «Tain» Watts (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

n.d.