Tord Gustavsen «The Other Side»

1730

AUTORE

Tord Gustavsen

TITOLO DEL DISCO

«The Other Side»

ETICHETTA

ECM

 


 

Che cosa hanno in comune il norvegese Tord Gustavsen e il polacco Marcin Wasilewski? L’approccio colto, libero e lirico al format pianoforte-contrabbasso-batteria. Un approccio tipicamente europeo, come testimoniato anche dai loro progetti più recenti. Dopo le esperienze in ensemble e con il quartetto, Gustavsen ritorna al trio. «The Other Side» esce per ECM a undici anni di distanza da «Being There», il suo ultimo progetto discografico con un organico analogo. Ma qui, mentre al drum set c’è sempre Jasper Vespestad, il bassista non è più Harald Johnsen, sostituito dall’eccellente Sigurd Hole. Ed è proprio l’intesa tra quest’ultimo e il pianista di Oslo la vera sorpresa del lavoro, che fa perno su sette brani del leader, un tema tradizionale, una pagina del compositore classico norvegese Ludvig Mathias Lindeman (che nellOttocento si occupò del patrimonio folclorico della sua terra) e due riletture di Bach. «Mi considero più un songwriter che un autore», ha spiegato Gustavsen. E poi ha precisato: «Sono ancora troppo interessato a esplorare i dettagli e le sfumature più sottili dell’interplay». E brani dall’intenso appeal melodico come The Tunnel e Curves dimostrano che questo improvvisatore elegante – influenzato sia da Keith Jarrett e Bill Evans sia dal conterraneo Jon Balke, appassionato di folk e cresciuto a pane e impressionismo musicale – sia oggi uno tra i più interessanti esponenti del piano jazz europeo.

Franchi


 

DISTRIBUTORE

Ducale

FORMAZIONE

Tord Gustavsen (p.), Sigurd Hole (cb.), Jasper Vespestad (batt.).

DATA REGISTRAZIONE