Claudio Cojaniz «Si Song» (dvd) / «Sound Of Africa» (cd)

2896

AUTORE

Claudio Cojaniz

TITOLO DEL DISCO

«Si Song» (dvd) / «Sound Of Africa» (cd)

ETICHETTA

Caligola


Fedele a una rigorosa poetica, Cojaniz approfondisce qui alcuni aspetti fondamentali della propria identità. Il dvd documenta un concerto tenuto il 20 agosto 2016 a Roccella Jonica nell’ambito del festival Rumori Mediterranei. Per l’occasione Cojaniz aveva allestito un ottetto composto dall’ospite Alexander Balanescu (viol.), Toni Costantini e Leo Virgili (trne), Gabriele Cancelli (tr., corn.), Mirko Cisilino (tr., flic.), Alessandro Turchet (cb.), Luca Colussi (batt.) e Luca Grizzo (perc., voc.). Ampia la gamma di riferimenti: dalla Liberation Music Orchestra ad Abdullah Ibrahim Ekaya fino a Tyner, sia per i possenti contrafforti sul registro grave che per la presenza di un frammento di Sama Layuca nell’incipit di African Market. Spiccano gli interventi degli ottoni e il contrasto con il portato ricco di echi balcanici di Balanescu.

In «Sound Of Africa» – aperto da Nkosi Sikelel’ iAfrika, l’inno sudafricano già rivisitato dalla LMO – ritroviamo Cojaniz impegnato in un’indagine sul substrato africano del jazz con la stessa ritmica. Qui emergono tutte le principali componenti della sua cifra pianistica: il blues, Monk, Abdullah Ibrahim, ma anche rimandi a Randy Weston e Ahmad Jamal. Una sintesi potente, frutto di un processo attentamente meditato che ben si sposa con iterazioni e suggestioni africane. L’elemento etnico (comunque impiegato in modo funzionale) prevale solo in El Aaiun/Uad Guernifa, firmato da Grizzo e solcato dall’oud di Turchet.

Boddi

[da Musica Jazz, febbraio 2018]


DISTRIBUTORE

FORMAZIONE

Alexander Balanescu (viol.), Toni Costantini e Leo Virgili (trne), Gabriele Cancelli (tr., corn.), Mirko Cisilino (tr., flic.), Alessandro Turchet (cb.), Luca Colussi (batt.) e Luca Grizzo (perc., voc.), Claudio Cojaniz.

DATA REGISTRAZIONE

20 agosto 2016, Roccella Jonica