Sardegna, Billy Hart apre i live del Jazz Club Network

Fino a metà dicembre in Sardegna si tiene la parte autunnale della rassegna Jazz Club Network allestita dal Cedac in collaborazione con Jazz In Sardegna. Apre le danze la formazione diretta dal batterista Billy Hart. Attesi i concerti di Lucy Woodward, del sassofonista israeliano Eli Degibri, l'incontro tra il leggendario pianista George Cables e il sassofonista Pietro Odorici. In programma il set del sassofonista nuorese Gavino Murgia in trio con Nguyen Le e Jarrod Cagwin, la Sardica Orchestra, Shaun Martin e House of Waters

166
Il quartetto guidato dal batterista Billy Hart apre il Jazz Club Network, rassegna di live in Sardegna

Dietro le spalle oltre mezzo secolo di musica sui palchi di teatri e jazz club di tutto il mondo suonando praticamente con il Gotha della musica afroamericana: è il batterista Billy Hart, oltre ottanta anni ma ne dimostra la metà a sentirlo suonare. Inizia la sua carriera appena ventenne suonando il Rhythm and Blues con le formazioni di Otis Redding e Sam&Dave, praticamente il top in circolazione in quel periodo. Presto incrocia la sua storia con il jazz suonando con tutti o quasi. Dal chitarrista Wes Montgomery al pianista Mc Coy Tyner, da Wayne Shorter a Zawinul, da Herbie Hancock a John Scofield. E poi Oscar Peterson, Chick Corea, Lee Konitz, Chico Freeman e Charles Lloyd. Hart, batterista di talento e assai versatile è ancora in pista ed è il numero forte che spara il Jazz Club Network, il circuito regionale sardo dedicato alla musica live del Cedac _ in collaborazione con Jazz in Sardegna _ che dopo un anno di fermo, dovuto alla pandemia riapre la sua rassegna di concerti tra Cagliari, Alghero, Sassari e Nuoro per l’autunno (fino al prossimo 11 dicembre). Billy Hart si presenta alla guida di una ottima formazione composta niente meno che dal pianista Ethan Iverson, già Bad Plus, Mark Turner al sassofono e il contrabbassista Ben Street. Con loro ha inciso due interessanti album per la Ecm “All Our Reasons” e “One Is the Other”. Dopo aver suonato al “Vecchio Mulino” di Sassari il 7 ottobre, l’indomani alla Biblioteca Satta di Nuoro sabato 9 con doppio concerto ore 19 e 21,30) al Jazzino di Cagliari.

La cantante londinese Lucy Woodward è una delle protagoniste della rassegna di concerti allestita in Sardegna

Il Jazz Club Network continua con la Sardica Orchestra, formazione di jazzisti sardi, diretta dal batterista Paolo Nonnis con uno speciale omaggio a uno dei re della Big Band, Stan Kenton il 13 ottobre al Poco Loco di Alghero. Il concerto del grande ensemble sarà un tuffo in quello che molti chiamano “Kenton sound”. Musica colta e raffinata grazie a collaboratori come Pete Rugolo, Lennie Niehaus, Gene Roland, Gerry Mulligan e jazzisti come Carl Fontana, Lee Konitz e Frank Rosolino.

Un jazzista sardo al cento per cento come è il sassofonista Gavino Murgia guida un trio di impeccabili musicisti come l’eclettico e creativo chitarrista vietnamita Nguyen Le e lo straordinario percussionista Jarrod Cagwin che ha suonato spesso nelle formazioni di Rabih Abou Khalil (dove è di casa anche il nuorese Murgia), Musica tra Asia e Mediterraneo quindi in un set tra originals e standards rivisitati in modo originale. L’inedito trio è di scena venerdì 29 ottobre alle 22,30 al Poco Loco di Alghero e l’indomani, alle 19 e alle 21 al Jazzino di Cagliari. Ultimo appuntamento alle 20,30 alla Biblioteca Satta di Nuoro.

Il sassofonista nuorese Gavino Murgia gioca in casa in trio con Nguyen Le e Jarrod Cagwin (foto Tiziana Pala)

Il quarto set è all’insegna della pop music. In arrivo la bella e talentosa vocalist londinese Lucy Woodward. Il suo stile è in bilico tra R&B e jazz dal vivo molto ricco di swing. Lucy Woodward sarà accompagnato dal suo fedele quartetto composto da Jelle Roozenburg alla chitarra, Udo Pannekeet al contrabbasso e Niek de Bruijn alla batteria. Tra le sue collaborazioni quella con gli Snarky Puppy in “Family Dinner _ Volume 1” e il chitarrista Charlie Hunter (“Music! Music! Music” del 2019). Lucy Woodward si esibirà il 4 novembre al Jazzino di Cagliari (ore 19 e 21,30), e il giorno successivo al Poco Loco di Alghero.

Il suo miglior lasciapassare sono i suoi ben quattro Grammy Awards, uno dei quali conquistati con la band di funky sperimentale dei Snarky Puppy. E’ il pianista e multistrumentista Shaun Martin che è di scena al Jazz Club Network per presentare il suo ultimo album inciso lo scorso anno ,“Three.O” forte anche di un curriculum di tutto rispetto che annovera collaborazioni con Fred Hammond, Myron Butler, Snoop Dogg e Chaka Khan. Con il suo trio completato da A. J. Brown al contrabbasso e Jamil Brown alla batteria sarà in pista l’11 novembre al Vecchio Mulino di Sassari (ore 20,30), il venerdì 12 al Poco Loco di Alghero (alle 22,30) e sabato 13 novembre alle 19 e alle 21 al Jazzino di Cagliari.

il pianista e multistrumentista Shaun Martin si presenta in trio nei club della Sardegna

Attesissimo, dopo l’indimenticabile live al festival jazz di Cagliari due anni fa, torna in Sardegna il sassofonista e compositore israeliano Eli Degibiri, di straordinaria vitalità creativa. Già accanto a Herbie Hancock e soprattutto sideman di Al Foster per dieci anni ora guida un quartetto di giovani e promettenti musicisti come il pianista Tom Oren, il bassista Tamir Shmerling e Eviatar Slivnik alla batteria. Indimenticabile il suo personale tributo in musica ad Hank Mobley. Imperdibile. Si esibirà il 18 novembre alla Biblioteca Satta di Nuoro, l’indomani alle 20,30 al Vecchio Mulino di Sassari e sabato 20 novembre alle 19 e alle 21,30 al Jazzino di Cagliari.

E’ un confronto ravvicinato quello messo in scena tra il pianista George Cables, musicista leggendario dotato di grande tecnica e un elenco impressionante di star con cui ha collaborato (da Sarah Vaughan a Sonny Rollins, da Freddie Hubbard a, soprattutto, Art Pepper) e il sassofonista Pietro Odorici. Tra i due esiste una splendida sintonia e un solido rapporto di un ventennio di incontri. In Sardegna si esibiranno con Darryl Hall al basso e Kyle Pole alle percussioni. Il quartetto di Cables e Odorici sarà in cartellone il 26 novembre alle 19 e alle 21,30 al Jazzino di Cagliari, sabato, ore 20,30 alla Biblioteca Satta di Nuoro e infine domenica alle 22,30 al Vecchio Mulino di Sassari. Per l’ultimo appuntamento del ciclo autunnale di Jazz Club Network Cedac è previsto il live di House of Waters che prevede un repertorio di suoni del mondo in chiave jazzistica. Gli ingredienti della serata sono quelli della mescolanza di musica popolare irlandese, musica indiana e tradizione Mandinko. Il trio è composto da Max Zt, al dulcimer, Moto Fukushima al basso a sei corde e Ignacio Rivas-Bixio, batteria e percussioni.House of Waters sarà di scena giovedì 9 dicembre alle 22,30 al Poco Loco di Alghero e sabato alle 19 e alle 21,30 al Jazzino di Cagliari.

Il quartetto del sassofonista israeliano Eli Degibiri è uno degli appuntamenti più attesi del Jazz Club Network Cedac