Musica Jazz di luglio 2020 è in edicola

Il magazine con le anticipazioni delle rubriche e degli articoli. La cover story, il dossier, le interviste, le recensioni e l'esclusivo CD allegato

101839

 

IL CD ALLEGATO A MUSICA JAZZ DI LUGLIO 2020

Gerry Mulligan & The Concert Jazz Band «Big City Life»

Il cd di questo mese include due album completi della Concert Jazz Band di Gerry Mulligan: «A Concert In Jazz», registrato nel luglio 1961, e «Mulligan ‘63», inciso nel dicembre 1962. A separare i due lavori, abbiamo inserito una versione del tema di I Want To Live, scritta e arrangiata da Johnny Mandel (scomparso proprio mentre stiamo chiudendo questo numero) e registrata dal vivo al Birdland nell’aprile 1962.

E UN SECONDO CD RISERVATO AGLI ABBONATI!

Anche questo mese, gli abbonati di Musica Jazz troveranno allegato anche un secondo CD

Jaki Byard: «The Byard Flies High», con Ron Carter, Roy Haynes, Pete La Roca


Il secondo cd di questo mese, riservato ai soli abbonati a Musica Jazz, raccoglie per intero i primi due album incisi per la Prestige dal grande pianista del Massachusetts (1922-1999), fedele compagno di gran parte della carriera di Charles Mingus. Si tratta di «Here’s Jaki» del 1961, con Ron Carter e Roy Haynes, e di «Hi-Fly» del 1962, con Ron Carter e Pete La Roca. Due dischi poco conosciuti ma di grande importanza. 

ACQUISTA ORA MUSICA JAZZ DI LUGLIO 2020!

COVER STORY

HENRY THREADGILL: SCOMPORRE E RICOMPORRE

Alla vigilia della pubblicazione di un nuovo album con il suo gruppo Zooid, abbiamo incontrato uno dei maestri del jazz contemporaneo per ripercorrere, assieme a lui, una carriera artistica di assoluta integrità, sempre proiettata verso nuove modalità espressive.

DISCHI DA NON PERDERE

Ambrose Akinmusire • London Jazz Composers Orchestra • Marcin Wasilewski & Joe Lovano • Luigi Bozzolan & Eugenio Colombo • Damu The Fudgemunk Feat. Archie Shepp • David Gilmore • Dino e Franco Piana • Ferdinando Romano • Gerald Clayton • GilFeMa • Horacio «El Negro» Hernández • Pasquale Innarella • Sanja Markovic • Sonar & David Torn • David Torn • Tim Berne • Rudresh Mahanthappa

LI SALVI CHI PUÒ

«Alternate Cake» e altri dolciumi: l’etichetta gattofila di Jean Rochard

In mezzo a un catalogo sonoro fatto di eccellenze all’insegna dell’inclassificabilità, e che toccava forse i suoi vertici nelle raccolte a tema, spicca un 33 giri da tempo disperso

IL TASTO PLAY

Marcin Wasilewski & Joe Lovano: continuità indivisa in un film per sole immagini

L’aggiunta di Joe Lovano al rodato trio di Marcin Wasilewski produce un lavoro di grande interesse, nel quale «l’ospite» diventa a tutti gli effetti un protagonista paritario

ACQUISTA ORA MUSICA JAZZ DI LUGLIO 2020!

DOSSIER

GERRY MULLIGAN

Partendo dalla riproposizione, nel nostro cd, di due importanti album della sua Concert Jazz Band, tracciamo un approfondito profilo di Gerry Mulligan dal 1960 in poi, mettendo in luce le passioni e le idiosincrasie del grande baritonista e compositore

PIANO SOLO

LYLE MAYS

La discreta e inesorabile presenza di un protagonista

Mays è stato ben di più che lo «storico tastierista» o il «lato oscuro» del Pat Metheny Group, formando in qualche modo, insieme all’altro titolare, l’essenza di un progetto artistico condiviso. Ne ripercorriamo la singolare poetica e un’ancor più originale carriera discografica

INTERVISTA

JOHN SCOFIELD
Il segreto dell’eterna giovinezza

Parliamo sempre volentieri con John Scofield, una delle persone più gentili e disponibili di tutto il mondo del jazz. Ma soprattutto un grande chitarrista, come dimostra il suo nuovo album che rivisita l’ampio e affascinante songbook del vecchio complice e amico Steve Swallow

INTERVISTA

AMBROSE AKINMUSIRE

On The Tender Spot Of Every Calloused Moment

Dopo l’acclamato «Origami Harvest» torna il trombettista californiano con un nuovo lavoro destinato, come il precedente, a lasciare il segno. E noi torniamo a intervistare un artista di grande consapevolezza che ha sempre qualcosa di interessante da dire

INTERVISTA

WOLFGANG MUTHSPIEL
Angular Blues

Veterano dei gruppi di Gary Burton e di Paul Motian, da quando è rientrato in patria il chitarrista austriaco sembra aver trovato la quadratura del cerchio: due cd in quintetto (con Akinmusire e Mehldau) e un nuovo album in trio, con Scott Colley e Brian Blade.
Qual è il suo segreto?

INTERVISTA

MAURIZIO BRUNOD

Trenta (e più) anni di chitarra

Due dischi freschi di stampa per celebrare i tre decenni di carriera. Il passato, il presente, gli amori di un musicista vorace

AMERICANS IN EUROPE

MICHAEL MOORE

La tradizione? Una fortuna è un problema

Allievo di Jaki Byard, poi di Gunther Schuller, George Russell e Ran Blake, il clarinettista e sassofonista californiano, ormai da molti anni olandese d’adozione, è il soggetto ideale per capire se e come sia ancora possibile, oggigiorno, gettare un ponte tra culture diverse

TEMPO DI BLUES

LITTLE RICHARD

Tradizione e stravaganze di un visionario

Il singolare cantante della Georgia, scomparso a 87 anni il 9 maggio scorso, è stato una delle figure chiave nel passaggio dall’estetica del R&B a quella che negli anni Cinquanta dette il via a un autentico terremoto culturale

CIRCUS

OUTSIDERS

DEPRODUCERS
Come dialogare tra musica e scienza

Abbiamo incontrato in esclusiva i Deproducers (Gianni Maroccolo, Riccardo Sinigallia, Max Casacci, Vittorio Cosma)
in occasione del loro concerto DNA al teatro Dal Verme di Milano, il 29 novembre 2019

ACQUISTA ORA MUSICA JAZZ DI LUGLIO 2020!

MILLENNIUM JAZZ

LAURA JURD
To The Earth

Tornano i Dinosaur, uno dei gruppi più interessanti del panorama europeo. Ne parliamo con la leader e trombettista britannica



MOON IN JUNE

NEIL YOUNG
Homegrown

Un favoleggiato album degli anni Settanta vede finalmente la luce e racconta una tormentata storia di vita

CHANSON(G)S

VOIX DE FEMMES
Il tempo andato

Vocalità al femminile nelle diverse accezioni, tra rimandi popolari e istanze più contemporanee

ACQUISTA ORA MUSICA JAZZ DI LUGLIO 2020!

 

CODA: LIBRI

«Perugia, Pescara, Parigi sono le “Tre P” del jazz nel mondo»

Così scriveva nel 1984 il famoso critico Ira Gitler; oggi un dettagliato volume, Rapsodia in Blue Note, ripercorre
la lunghissima storia del festival abruzzese nei ricordi del suo direttore artistico Lucio Fumo