Michael Mayo «Bones»

14035

AUTORE

Michael Mayo

TITOLO DEL DISCO

«Bones»

ETICHETTA

Mack Avenue


Marvin Gaye avrebbe esclamato: What’s going on? Già. Che ci fa un ventottenne che, fisicamente, si avvicina più a un rapper o un neo soul vocalist, in terra di jazz? E che, per di più, tiene workshop in rinomati dipartimenti jazz di mezza Europa? Fa quello che da tempo ci vorrebbe: far capire che il jazz può, anzi deve, evolversi. Che il jazz può avvicinarsi ai giovani senza doverli necessariamente catechizzare partendo dal passato remoto. Michael Mayo gioca con il beatbox, utilizza l’elettronica, gli schemi dell’improvvisazione, programma scardina il soul, scardina la voce jazz e la riordina secondo il Terzo Millennio. Ascoltate You And You con la sua lineare bellezza, ben strutturata e arrangiata o la tempesta sonora che arriva con Another Love. Il manipolo di eccellenti polistrumentisti contribuisce a fare la differenza, regalando emozioni che guardano al passato più bello del funk e del soul (Stolen Moments) senza dimenticarsi di nuotare in avanti. Accenti sempre diversi, scenari sonori che si muovono su binari paralleli, mai poveri di idee. La voce di Mayo è capace di reggere ogni flessione e di sposare ogni variazione ritmica, come accade in About Your Love, brano particolarmente intricato dal punto di vista ritmico e che Mayo illumina con le sue belle doti vocali. L’elettronica, i sintetizzatori sono un corollario rispetto alla musica, non sono l’elemento dominante come accade in altre situazioni. La voce di Mayo fa respirare ogni brano e lo conduce verso confini spazio temporali infiniti.
Ayroldi

Pubblicata sul numero di marzo 2022 di Musica Jazz


DISTRIBUTORE

Egea

FORMAZIONE

Michael Mayo (voc., elettronica, fischietto), Andrew Freedman (tast., synth., p., chit.), Nick Campbell (b. el., chit.), Robin Baytas (batt.), Eli Wolf (elettronica), Scott Mayo, Valerie Pinkston (voc.).

DATA REGISTRAZIONE

New York, agosto-settembre 2019.