Jason Rigby «One: Detroit-Cleveland Trio»

5487

AUTORE

Jason Rigby

TITOLO DEL DISCO

«One: Detroit-Cleveland Trio»

ETICHETTA

Fresh Sound New Talents


Chi ha apprezzato di Jason Rigby i due precedenti dischi – uno in nonetto («Translucent Space», 2006) e l’altro in quintetto («Sage», 2009) – sarà sorpreso di ritrovare qui il trentatreenne sassofonista di Cleveland in versione «nuda e cruda». «One: Detroit-Cleveland Trio» è un riflettore puntato sulle sue qualità di solista, come lo furono le leggendarie registrazioni di Sonny Rollins in «A Night At The Village Vanguard»; e qualche performance, come quella in You Are Too Beautiful, rende inevitabile il paragone. Ma non c’è solo Rollins nel DNA di Rigby, che sa sfoderare anche inesauste, ostinate improvvisazioni alla Coltrane (Dive Bar) come pure una vocalità alla Dewey Redman, cui del resto rende un esplicito omaggio (Dewey). Con uno stile contraddistinto dalle piccole frasi inanellate e da una predilezione del registro grave del sax tenore, Rigby si concede anche una navigazione in solitaria (Embraceable You) e una – senza particolari sorprese – al soprano. Come già aveva fatto Rollins, ha convocato due ritmi d’esperienza, che lo assecondano a meraviglia in questo progetto che ha un cuore antico e una grande energia vitale.

Piacentino

[da Musica Jazz di luglio 2017]


DISTRIBUTORE

IRD