Eric Bibb «Migration Blues»

2511

AUTORE

Eric Bibb

TITOLO DEL DISCO

«Migration Blues»

ETICHETTA

DixieFrog

 


 

Eric Bibb, nato nel 1951 a New York, è figlio e nipote d’arte: suo padre Leon è stato un cantante folk e un attivista per i diritti civili di grande levatura, e suo zio era nientemeno che John Lewis. Al culmine di una carriera discografica lunghissima, iniziata addirittura nel 1972 a neanche vent’anni, pubblica oggi quello che forse è il suo disco più bello. «Migration Blues», dedicato ai migranti di ogni latitudine e tempo, contiene quindici brani di vero blues che ti fanno piangere il cuore, cantando la tristezza, il buio e la sofferenza di chi si vede costretto ad abbandonare casa e affetti, per mettersi in viaggio verso un paese che non conosce e dove sa che non troverà amici ad aspettarlo. Per raccontare tutto ciò, Bibb s’è fatto dare una mano da MJ Browne (chitarra, banjo, triangolo, mandolino) e JJ Milteau (armonica): il risultato è un disco che a fatica si toglie poi dal lettore. Sentito una volta, ti strega e non ne puoi più fare a meno. Perché, nel suo narrare, è scarno, secco, spoglio ed essenziale. Come uno dei migliori racconti di Hemingway o Carver. O come il blues. Quello vero. Disco da cinque stelle. Anche dopo l’ennesimo ascolto.

Borsa

 


 

DISTRIBUTORE

IRD

FORMAZIONE

Eric Bibb, MJ Browne, JJ Milteau.

DATA REGISTRAZIONE