Musica Jazz di novembre 2023 è in edicola

Ecco il contenuto del numero 876, da oggi in edicola, con le anticipazioni delle rubriche e degli articoli. La cover story, il dossier, le interviste, le recensioni e il cd allegato (più, questo mese., un secondo cd per i nostri abbonati)

240247

 

IL CD ALLEGATO A MUSICA JAZZ DI NOVEMBRE 2023

«OUR DELIGHT» FATS NAVARRO & TADD DAMERON

Allegato alla rivista di novembre il CD «Our Delight» di Fats Navarro & Tadd Dameron.
Un’ampia scelta della produzione del grande trombettista della Florida, uno dei maestri del bop, spesso affiancato
a un autentico genio della composizione e dell’arrangiamento come il pianista dell’Ohio.

SOLO PER GLI ABBONATI, IN REGALO ANCHE UN SECONDO CD

«ODDS AGAINST TOMORROW» JOHN LEWIS

Inoltre, in esclusiva per gli abbonati, in regalo anche un secondo cd: «Odds Against Tomorrow» di John Lewis.
Per la prima volta su uno stesso disco la colonna sonora composta da Lewis per il leggendario noir di Robert Wise (1959),
con una big band in cui figura anche Bill Evans, e la parallela rivisitazione di alcuni dei temi del film eseguita dal Modern Jazz Quartet.

ACQUISTA ORA MUSICA JAZZ DI NOVEMBRE 2023!

 

COVER STORY

FEDERICA MICHISANTI

La contrabbassista e compositrice romana ha saputo costruirsi, in poco più di dieci anni, una visione estetica di rilevante originalità
che l’ha portata all’attenzione del mondo del jazz. L’uscita del suo nuovo album, che vede all’opera il suo quartetto italo-francese,
è l’occasione per fare il punto – anche con lei – su cosa sia successo fino a oggi e parlare di sviluppi futuri.

DOSSIER

FATS NAVARRO

Allo sfortunato trombettista, scomparso giovanissimo nel 1950, è riservato anche il dossier di questo mese,
che analizza a fondo la carriera e la musica di un artista troppo spesso trascurato.

Quale sia il motivo che ancora oggi relega Navarro ai margini della storia del jazz è un mistero tuttora insoluto.
D’accordo, la sua carriera durò pochissimo, le sedute di incisione a suo nome si contano sulle dita di una mano, la sua vita
non offre molto da raccontare: ma basta questo per trascurare uno dei più importanti trombettisti di ogni tempo?

DIASPORA

CAMILLA GEORGE

La sassofonista nigeriana, di base in Gran Bretagna, ha di recente suonato al Blue Note di Milano, nell’ambito di JazzMi,
con un confortante «tutto esaurito». L’avevamo intervistata prima del suo arrivo, e questo è il resoconto della nostra conversazione.

LIFE ON PLANET GROOVE

BRIGHT MAGUS JUNGLE CORNER

Uno dei dischi più interessanti dell’anno, una rivisitazione delle atmosfere davisiane a cavallo tra gli anni Sessanta e i Settanta:
non una cover band ma un gruppo che si muove con spiccata originalità su terreni naturalmente «pericolosi».
Ne parliamo con Leziero Rescigno e Giovanni Calella.

DISCHI DA NON PERDERE

Musica per tutti i gusti nella nostra selezione di novembre

FEDERICA MICHISANTI / MIKE NOCK / NINA SIMONE / DINO BETTI VAN DER NOOT / KRIS DAVIS’ DIATOM RIBBONS / SUN RA AND HIS ARKESTRA / IRREVERSIBLE ENTANGLEMENTS / PHAROAH SANDERS / JAMILA WOODS / IDRIS ACKAMOOR & THE PYRAMIDS / ARGÜELLES / BIGONI / DIODATI / DELBECQ / FRANCESCO ARONI VIGONE / BREW / CLAUDIO ANGELERI / EDDIE HENDERSON / SINIKKA LANGELAND / NAOMI BERRILL / FUKUSHIMA MON AMOUR / FLORIAN ARBENZ / ESBJÖRN SVENSSON / FIRE! ORCHESTRA / MACIEJ OBARA / MARCO BARDOSCIA / MAREK POSPIESZALSKI / JENNIFER WHARTON’S BONEGASM / QUINSIN NACHOFF / YVAN KNORST / WISDOM TRIO / ELECTRIK-PÔ

 

VOICES

JAMILA WOODS

La poetessa, rapper e songwriter di Chicago, impegnata in egual misura nella musica e nella poesia (dove ha ricevuto finora diversi prestigiosi riconoscimenti) è una delle personalità emergenti della musica di oggi ma anche del movimento dell’afro-futurismo.

SASSOFONI

MACIEJ OBARA

Il quarantenne sassofonista polacco è un musicista di forte originalità e di grande determinazione, e il suo quartetto rappresenta
una voce davvero caratteristica nel jazz europeo degli ultimi anni. Lo intervistiamo a proposito del suo nuovo album.

SASSOFONI

EMMA RAWICZ

Aguzzate le orecchie, perché ci troviamo davanti a un nuovo, grande talento. Al suo primo disco «ufficiale»
(preceduto da uno autoprodotto), la sassofonista britannica ha già suscitato il massimo interesse del pubblico
e della stampa: e infatti eccola qui.

NUYORICAN SOUL

LITTLE LOUIE VEGA

Abbiamo incontrato uno dei dj più importanti della storia, un’autentica leggenda nel suo campo nonché nipote di un personaggio ancor più leggendario come Hector Lavoe, forse il più grande cantante di salsa di tutti i tempi. Ma Louie Vega non è solo un dj bensì un artista di eccellente preparazione strumentale, e ha anche una conoscenza non certo epidermica del jazz. Ecco cosa ci ha raccontato.

CONTRABBASSI

HARVIE S

Il contrabbassista del Massachusetts è da decenni uno dei capisaldi della scena jazzistica newyorkese,
e adesso è diventato anche un tecnico del suono di alto livello. Ascoltiamolo.

ACQUISTA ORA MUSICA JAZZ DI NOVEMBRE 2023!

 

INTERVISTA

NORMA WINSTONE

A colloquio con la grande cantante britannica, ormai da decenni una delle istituzioni del jazz europeo
e ancora in piena attività, come testimonia il suo recentissimo concerto a Parma Jazz Frontiere.

A VOLTE RITORNANO

MODERN ART TRIO

Il trio composto da Franco D’Andrea, Bruno Tommaso e Franco Tonani ha avuto vita breve ma ha lasciato una traccia
profonda e incancellabile sulla storia del jazz italiano. E l’unico disco inciso dai tre torna oggi nella sua edizione definitiva.

CIRCUS

TROPICÁLIA

AS MADALENAS

Dieci anni di attività, una miriade di concerti e da poco il terzo album (Jando Music/ Via Veneto Jazz)
per il duo Tati Valle & Cristina Renzetti, che continua nella sua impeccabile manutenzione del ponte culturale tra Italia e Brasile.

MOON IN JUNE

LA RIVINCITA DI JIMI

Una live appena uscito documenta una strana estate del «Voodoo Child».

 

ACQUISTA ORA MUSICA JAZZ DI NOVEMBRE 2023!

CHANSON(G)S

GENTE DI MARE

Da Mauro Pagani a Carlos Santana, incontri, dischi e film costeggiando i mari del mondo, reali o metaforici.

MY FOOLISH EAR

UN SOLO PIANOFORTE E TRE BILL EVANS

«Conversations With Myself» è un disco giustamente celebre, ma negli anni ha dovuto subire
frequenti accuse di eccessiva macchinosità: e addirittura dal suo stesso autore!