Gianluigi Trovesi & Gianni Coscia «La misteriosa musica della regina Loana»

4543

AUTORE

Gianluigi Trovesi & Gianni Coscia

TITOLO DEL DISCO

«La misteriosa musica della regina Loana»

ETICHETTA

ECM


In principio fu La misteriosa fiamma della regina Loana firmato da Umberto Eco, da sempre amico di Gianni Coscia. Ed è dalle avventure di Yambo che Trovesi e Coscia partono per narrare gli spunti musicali di Eco e del suo romanzo. Il canzoniere è di quelli ben noti a tutti, ma il duo conosce bene l’arte della destrutturazione per creare nuove pieghe sonore negli evergreens che s’affacciano e che si accompagnano a solchi musicali originali magistralmente concepiti da Coscia, con Interludio, che soavemente contiene una bella fetta della storia della fisarmonica: tra melodia italiana e mainstream anni Trenta. La brevissima Nebjana 1, inspirata da In The Mists di Leoš Janáček, tra le armonie folcloriche di Coscia e il fioretto di Trovesi, fa da apripista a Basin Street Blues, eseguita da manuale con i registri in altalena di Trovesi e scorribande nel valzer. Dopo la seconda parte di Nebjana, ancor più accennata, fa capolino As Time Goes By che trasuda di tradizione e di italiche melodie. Tra gli appunti di viaggio di Eco (e di Coscia e Trovesi) troviamo una storica «canzone della fronda»: Pippo Pippo non lo sa, del papà della fisarmonica in jazz Gorni Kramer. E che qui, ritornello a parte, trova una linfa vitale nuova, con una bella spruzzata di swing. Dicasi lo stesso per Fischia il vento di Blanter e Issakowski, che parte con un pedale di Coscia sul quale Trovesi intona Bella ciao, prima di svirgolare sull’aria russa dell’altro noto canto partigiano. Dalle maglie larghe e dalle sospensioni eloquenti l’arrangiamento di Moonlight Serenade, che prelude a In cerca di te – col testo del fondatore di Musica Jazz Giancarlo Testoni – che fu patrimonio di Natalino Otto, con il suo swingante periodare, qui addomesticato al mood del disco. Tra i classici troviamo anche Bel Amì e una medley-omaggio all’EIAR con Ma l’amore no, Silenzioso Slow, Tu musica divina, Bambina innamorata e Mille lire al mese. Dalla penna di Trovesi e Coscia emerge il lirismo tempestoso, con glissando e suoni tra folclore balcanico e respiro mediterraneo di Grangola e il passo dinoccolato e deciso di Umberto, che fa coppia con la cantabilità di Volando.

Ayroldi

[da Musica Jazz, settembre 2019]


DISTRIBUTORE

Ducale

FORMAZIONE

Gianluigi Trovesi (alto e piccolo cl.), Gianni Coscia (fisarmonica).

DATA REGISTRAZIONE

Cascinagrossa, gennaio 2018.