Kenny Wheeler «One Of Many»

2036

AUTORE

Kenny Wheeler

TITOLO DEL DISCO

«One Of Many»

ETICHETTA

Cam Jazz

 


 

E pensare che ci tenevano nascosti da anni simili felici brani di Wheeler, il maestro canadese che da oltre mezzo secolo ha scelto d’essere europeo ed è tuttora, varcati gli ottant’anni, jazzista tra i maggiori. Nello studio tedesco ricreava con Taylor i due terzi degli Azimuth, cui aggiungeva il magnifico Swallow. E la scintilla della genialità scoccava. Tutti i brani sono a firma del leader, ma qui più che il compositore s’impone l’esecutore, linea su cui è tutto il gruppo ad allinearsi. Nell’occasione Wheeler, lasciata in valigia la tromba, si attiene al flicorno, praticandovi il proprio affascinante lirismo, arricchito da balzi di registro che sono come pennellate di colore nel quadro (ma forse la metafora più adatta per lui sarebbe quella di un narratore). Taylor apporta, tanto negli assoli quanto nell’accompagnamento, le sue vere e proprie composizioni istantanee, mentre Swallow, il maestro del basso elettrico, conferma l’impareggiabile capacità di trarne un sound altamente personale. Il breve brano Ever After è un duo tra questi soli eccellenti sidemen, se così li volete chiamare.

Maletto

 


 

DISTRIBUTORE

IRD

FORMAZIONE

Kenny Wheeler (flic.), John Taylor (p.), Steve Swallow (b. el.).

DATA REGISTRAZIONE

Ludwigsburg, 30 e 31-7-06.