Kenny Barron «Concentric Circles»

554

AUTORE

Kenny Barron

TITOLO DEL DISCO

«Concentric Circles»

ETICHETTA

Blue Note

 


 

Quella di Kenny Barron è una dimensione musicale così camaleontica da scoraggiare qualsiasi tentativo di incasellamento e categorizzazione. Qui lo ascoltiamo in quintetto, sostenuto da una ritmica rigorosa e puntuale con Kitagawa, ormai sodale collaudato (già dai tempi del trio con Francisco Mela col quale incise il delizioso «The Traveler» nel 2008) e il giovane concittadino Blake alla batteria, entrambi impegnati a tessere delicate e raffinate soluzioni.

Il senso dello swing di Barron è da preservare in uno scrigno. Così prezioso da coinvolgere i giovani leoni di oggi (alcuni di loro sono appunto i componenti del gruppo in oggetto) che fanno a gara per suonare con lui. Barron è uno dei grandi maestri del piano jazz di oggi, sempre in grado di regalare armonie raffinate ed episodi sensuali e romantici. Vedi la delicatissima versione di Aquele Frevo Axè, una canzone di Caetano Veloso scritta per Gal Costa e sottolineata dal brillante fraseggio di Stephens e Rodriguez, oppure il Latin tinge di Baile. Com’è sensuale tutta la musica incisa in questo elegante lavoro. Undici cerchi che concentricamente ruotano attorno a un’idea di flessibilità e di passione che va oltre le banalità di ogni giorno.

Gaeta

[da Musica Jazz, giugno 2018]

 


 

DISTRIBUTORE

Universal

FORMAZIONE

Mike Rodriguez (tr., fl ic.), Dayna Stephens (ten.), Kenny Barron (p.), Kiyoshi Kitagawa (cb.), Johnathan Blake (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

New York, 2018.