Keith Jarrett «Paris/London Testament»

449

AUTORE

Keith Jarrett

TITOLO DEL DISCO

«Paris/London Testament»

ETICHETTA

ECM

 


 

Il maestro parte per un altro viaggio: estenuante, dalla meta talora indecifrabile ma ancora una volta entusiasmante. Nei due concerti in solo registrati in un momento di particolare fragilità personale (su cui sono insolitamente incentrate le note di copertina) si assiste al piccolo miracolo della musica che prende forma come creta nelle mani, ora come scultura astratta, ora come forma perfetta. Controllo strumentale, tecnica, virtuosismo sono concetti insufficienti a descrivere l’esperienza dell’improvvisazione totale, con i suoi rischi, le strade apparentemente senza uscita ma anche gli inestimabili tesori che il musicista trova solo se ha l’incoscienza di partire senza destinazione precisa né mappa.

E tra i brani riecheggiano il giovane Keith Jarrett di «Facing You», quello lirico del «Köln Concert», quello ostico e astratto di «Radiance». Alcuni passaggi raggiungono un equilibrio, una tale disarmante bellezza, da lasciare increduli: un compositore di talento dovrebbe lavorare lungamente per ottenere quei movimenti delle parti che qui, con impressionante naturalezza, sono improvvisati. A tratti è più una battaglia, una lotta contro il pianoforte, una miriade di microeventi musicali spigolosi, apparentemente slegati e incoerenti ma sempre tenuti insieme da un’altissima tensione emotiva. «Testament» è un prezioso capitolo di una storia musicale che è già leggenda.

Iammarino


 

DISTRIBUTORE

Ducale

FORMAZIONE

Keith Jarrett (p.)

DATA REGISTRAZIONE

Parigi, 26-11-08; Londra, 1-12-08.