Massimo De Mattia / Suonomadre «Ethnoshock!»

2362

AUTORE

Massimo De Mattia / Suonomadre

TITOLO DEL DISCO

«Ethnoshock!»

ETICHETTA

Caligola

 


 

Sei brani live generalmente di durata medio-breve (solo il primo raggiunge i tredici minuti), totalmente improvvisati, compongono questo ispirato cd del quartetto capitanato dal flautista friulano, tutti musicisti decisamente adusi alla reciproca frequentazione. La partenza è viva, accesa, con De Mattia dapprima al centro delle operazioni e poi più defilato, col clima che si fa più sfuggente, meno netto e affermativo. È in questi frangenti (anche in seguito) che la componente elettronica, centrale nel lavoro, si fa maggiormente largo, avendo come contraltare (peraltro ottimamente inserito sotto il profilo timbrico) il vibrafono, fluido, mobile, sgusciante quanto nitido. De Mattia, ovviamente, scompare e ricompare di continuo, dando di piglio ai suoi vari strumenti (flauto canonico, alto e basso, nonché ottavino), con la musica che cresce man mano che procede, offrendo il meglio di sé nella parte centro-finale, specificatamente in What Music Do Pets Like?, di tratto qua e là contrappuntistico, Giapeto, aperto da un magistrale solo di flauto basso, il più articolato Suburbs e il conclusivo Ethnoshock!, libero e pure sottilmente antigrazioso.

Bazzurro

[da Musica Jazz, agosto 2018]

 


 

DISTRIBUTORE

IRD

FORMAZIONE

Massimo De Mattia (flauti, ottavino), Luigi Vitale (vib., balafon, elettr.), Giorgio Pacorig (tast.), Zlatko Kaucic (batt., perc., elettr.).

DATA REGISTRAZIONE

Udine, 4-7-17.