Django Bates «Saluting Sgt. Pepper»

240

AUTORE

Django Bates

TITOLO DEL DISCO

«Saluting Sgt. Pepper»

ETICHETTA

Edition Records

 


 

Compie cinquant’anni ma non li dimostra. «Sgt. Pepper’s Lonely Hearts Club Band» dei Beatles non è solo una pietra miliare del pop, un disco che ha cambiato anche la storia del costume, influenzando mode e tendenze. È soprattutto un capolavoro della musica del Novecento tout court. E, in occasione di un anniversario così speciale, anche il mondo del jazz si mobilita. In prima linea spicca l’operazione di Django Bates, un artista che con l’universo del rock ha svariate frequentazioni (gli Earthworks di Bill Bruford, batterista dei King Crimson e degli Yes).

Eclettico ed eccentrico, il tastierista, multistrumentista e compositore inglese coinvolge nel suo progetto la Frankfurt Radio Big Band. E per l’orchestra tedesca arrangia da par suo, l’intero album dei Fab Four, seguendo con rigore filologico l’ordine esatto dei brani, fino alla conclusiva (e assai psichedelica) A Day in the Life. Impeccabile e coraggioso. Unico neo le voci, che risultano un po’ troppo monotone. Ma si tratta di un peccato veniale perché il cd suona davvero bene.

Franchi


 

DISTRIBUTORE

IRD

FORMAZIONE

Django Bates (p., voc., arrangiamenti e direzione), Stuart Hall ( ch., ch. el., viol., lap steel, electric sitar), Frankfurt Radio Big Bandwith con Eggs Laid by Tigers: Martin Ullits Dahl, Jonas Westergaard e Peter Bruun (voc.).

DATA REGISTRAZIONE

Francoforte, ottobre 2016.