Dhafer Youssef «Diwan Of Beauty And Odd»

366

AUTORE

Dhafer Youssef

TITOLO DEL DISCO

«Diwan Of Beauty And Odd»

ETICHETTA

OKeh


 

Quattro anni di attesa da «Birds Requiem» ma ne è valsa la pena. Quattro anni e una mutata direzione: dall’apparentamento con la OKeh ai nuovi sodali, Youssef scioglie il legame scandinavo per abbracciare quanto di meglio offre il jazz a stelle e a strisce. Cambiamenti sostanziali che però non allontanano il musicista tunisino dalla sua vena melodico – mediterranea, che albeggia da subito nell’intimo dialogo tra la voce – cupa ma anche tagliente come una spada infuocata – e il pianoforte di Parks (Fly Shadow Fly); e ancor più nella rapsodia Al-Akhtat divisa in tre parti, tra temi struggenti e impetuose galoppate.

Ogni brano tiene a mente la tradizione musicale arabo-magrebina che si adagia perfettamente sulla concretezza dei compagni d’armi. E la voce del leader fa concorrenza alle spinte sporche e vigorose della tromba di Akinmusire (Of Beauty And Odd), così come il suo oud fa da contraltare alle fughe spezzate di Parks (Delightfully Odd, Longing & Saltation Journey).

Chapeau a Williams e Guiliana per aver sintetizzato magistralmente il più roccioso jazz contemporaneo con il cuore musicale arabo scolpito da Youssef.

Ayroldi


 

DISTRIBUTORE

Sony Music

FORMAZIONE

Ambrose Akinmusire (tr.), Aaron Parks (p.), Dhafer Youssef (oud, voc.), Ben Williams (cb.), Mark Guiliana (batt.).

DATA REGISTRAZIONE

New York, marzo e giugno 2016.