CremonaJazz, dal 5 al 25 giugno

L'edizione 2021 del festival si terrà al teatro Giovanni Arvedi

15568

Giunta alla sesta edizione, con la direzione artistica di Roberto Codazzi, CremonaJazz propone un cartellone di quattro concerti all’insegna del tricolore, per sottolineare ancora una volta che i jazzisti italiani sono da tempo fra i più bravi e apprezzati a livello internazionale.

Nicky Nicolai e Stefano di Battista

La rassegna prende il via sabato 5 giugno (ore 20) con un omaggio a Mina. Non gioco più, E se domani, Grande, grande, grande sono solo alcuni dei titoli nella scaletta di Mina in jazz, che vede alla ribalta una delle voci più affascinanti della scena jazz italiana, Nicky Nicolai, accompagnata dal quartetto capitanato dal graffiante sax di Stefano Di Battista. Un concerto che vuole essere un tributo, in chiave jazz, alla più grande cantante italiana, icona – non solo musicale – del nostro tempo e simbolo di Cremona nel mondo.

Rita Marcotulli
Chiara Civello

Quest’anno CremonaJazz si propone anche come motore e laboratorio di innovative e spiazzanti prospettive artistiche, come nel concerto di sabato 12 giugno (ore 20) nel quale un violoncellista cremonese di formazione classica, Giovanni Gnocchi, docente al Mozarteum di Salisburgo, si mette in gioco cimentandosi in un “meeting” di generi che è frutto di una produzione originale di CremonaJazz. Il concerto è un vero laboratorio di stili e di idee che vede Gnocchi, insieme al Bazzini Consort, alle prese con il cangiante Concerto di Gulda, prima di “sfidare” Roberto Cipelli e il suo Flatiron Trio in una scaletta tra brani scritti e brani improvvisati, in cui le sorprese sono dietro l’angolo.
Il talento di Chiara Civello – autrice, interprete, cantante, pluristrumentista – e Rita Marcotulli – pianista che il mondo ci invidia – sono i protagonisti del concerto tutto al femminile di domenica 20 giugno (ore 20). Il jazz di entrambe; la canzone d’autore di Chiara, a cui Rita è tutt’altro che estranea; la sperimentazione musicale di Rita, che trova in Chiara un partner perfetto; il virtuosismo di entrambe ai rispettivi strumenti, voce e pianoforte: questi gli ingredienti di un concerto che non mancherà di emozionare, stupire, commuovere, divertire e che si preannuncia eccezionale.

Paolo Fresu & Roberto Cipelli @Roberto Cifarelli

Per il gran finale di venerdì 25 giugno (ore 20) torna all’Auditorium Giovanni Arvedi Roberto Cipelli, in duo con Paolo Fresu per presentare, oltre alla simbolica rilettura di un classico di Monteverdi con cangianti sfumature jazz, il programma del suo ultimo disco, L’equilibrio di Nash. Nella teoria dei giochi, l’equilibrio di Nash è una serie di strategie in cui, in una situazione di equilibrio, un giocatore effettua una mossa ardita ed improvvisa alla quale l’altro risponde con una altrettanto coraggiosa, allo scopo di mantenere l’equilibrio: una perfetta metafora dell’interplay tra musicisti che improvvisano su un palco. Un lavoro a due voci che corona un rapporto che dura da 36 anni all’interno dello storico quintetto di Fresu, del quale Cipelli è cofondatore.
CremonaJazz è promosso da Museo del Violino e Unomedia, con il patrocinio del Comune di Cremona e il sostegno della Fondazione Arvedi Buschini, MDV friends, Adecco e Air Liquide.
Tutte le informazioni e gli aggiornamenti sulla rassegna sono disponibili sul sito www.cremonajazz.it.
Informazioni e prevendita biglietti
I biglietti saranno in vendita a partire da sabato 8 maggio presso le biglietterie del Museo del Violino e del Teatro Amilcare Ponchielli e da lunedì 10 maggio anche online sul sito www.vivaticket.it. Posto unico 25 euro.
Biglietterie
Museo del Violino, Cremona
Tel. 0372/080809
Da mercoledì a domenica: 11.00 – 17.00

Teatro Amilcare Ponchielli, Cremona
Tel. 0372/022001 e 0372/022002
Da lunedì a venerdì: 10.00 – 18.00
Sabato e domenica: 10.00 – 13.00