Baptiste Trotignon «You’ve Changed»

5650

AUTORE

Baptiste Trotignon

TITOLO DEL DISCO

«You’ve Changed»

ETICHETTA

OKeh


Un piano solo in ricca compagnia per Trotignon. Sedici brani che si alternano tra solistiche interpretazioni e duetti ad alta tensione. Come con l’iniziale I’m Fool To Want You, accompagnato dalla suadente voce della Jordana, con le note scandite, dal melanconico passeggiare. Up For It è appannaggio di Maalouf, che tiene botta alle tessiture robuste di Trotignon, che declina tutto il suo vocabolario classico intingendolo in volate sincopate sottolineate dall’accattivante fraseggio del trombettista franco-libanese che rimarca la linea melodica. In Sugar Man trova la compagnia della voce muscolare di de Pourquery, che tiene a mente le architetture originarie di Sixto Rodriguez. You’ve Changed parte con le luminose note disegnate da Cohen, al quale fa da controcanto l’espressionistico periodare di Trotignon. Da manuale l’esecuzione di These Foolish Things con Lovano che traccia la melodia prima di ingaggiare la singolar tenzone degli assolo con il pianoforte: Trotignon sciorina frasi che mettono insieme stride, romanticismo europeo e mainstream, mentre Lovano, da par suo, tratteggia, pennella e incarta belle note da jazz club d’antan. L’ultimo apparentamento è con il violoncello di Segal in Adios: incontro che ci proietta nell’emisfero più delicato della musica classica. Trotignon affronta tutto l’universo della musica, così anche solo soletto conferisce a Bach (Sarabande) un’inflessione idillica. Gioca con le sonorità, addomesticandolo tutte al suo personale verbo, così in Welcome Back è un’altalena tra pieghe jazz, paesaggi di classica, illuminazioni popular. Do qui flotte è crepuscolare nel suo lirismo contemporaneo. Scompone una Milonga, la fa a pezzi e la ricompone con inusitata abilità. Un disco che è un antidoto (come lo stesso pianista dice nelle note di copertina), un passaggio catartico dal quale ripartire. E, a quanto si ascolta, tutte le mete che si era prefisso Trotignon sembrano perfettamente raggiunte.

Ayroldi

[da Musica Jazz di gennaio 2020]


DISTRIBUTORE

Sony Music

FORMAZIONE

Formaz. complessiva: Avishai Cohen (tr.), Ibrahim Maalouf (flic.), Joe Lovano (ten.), Baptiste Trotignon (p.), Vincent Segal (cello), Camélia Jordana, Thomas de Pourquery (voc.).

DATA REGISTRAZIONE

Parigi, settembre e novembre 2017; maggio 2018; New York, 28-10-17; Meudon, 22-11-18; 1-2-19.